Il ricorso per ottenere la cancellazione del fermo amministrativo

Il contribuente, in alternativa, e per le seguenti motivazioni, può sempre effettuare un ricorso per ottenere la cancellazione del fermo amministrativo.

Il contribuente può sempre impugnare il fermo per ragioni attinenti alla legittimità della pretesa di Equitalia.

Di certo, non si può impugnare la misura per vizi attinenti al merito del tributo, poiché i termini per sollevare contestazioni di tale tipo sono ormai spirati (60 giorni dalla notifica della cartella).

Tuttavia, se alcuna cartella è mai stata notificata, il preavviso di fermo è impugnabile per mancata dell'atto presupposto (appunto la cartella esattoriale).

Il fermo può essere altresì impugnato per errori nella procedura come errata notifica della cartella, mancata notifica del preavviso di fermo, mancato rispetto dei termini minimi tra preavviso e fermo.

C'è da notare, inoltre, che chi intende ricorrere per la cancellazione del fermo auto deve farlo presso il giudice competente a decidere sulla cartella esattoriale non pagata.

Infatti il fermo amministrativo non è un atto esecutivo e quindi non è competente il giudice dell'esecuzione, ma quello sul merito della pretesa.

Dunque, la competenza è così ripartita:

  • fermo per mancato pagamento di multe: giudice di Pace
  • fermo per mancato pagamento di tasse: Commissione Tributaria
  • fermo per mancato pagamento di contributi previdenziali e Inail: tribunale ordinario, sezione Lavoro

11 febbraio 2016 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • bender 26 novembre 2016 at 16:06

    Ho ricevuto un preavviso di fermo del veicolo da parte di equitalia. All’epoca ho presentato ricorso avverso la cartella esattoriale riguardante una multa per violazione del codice della strada e il giudice ha sospeso la cartella ( perché in realtà avevo pagato la multa) ma ancora non è terminata la causa. Posso fare ricorso ora contro il preavviso di fermo?

    • Annapaola Ferri 26 novembre 2016 at 18:04

      In prima battuta può procedere con un ricorso amministrativo in autotutela, semplicemente trasmettendo ad Equitalia il provvedimento di sospensione ed invitando la società concessionaria della riscossione ad annullare il preavviso di fermo. Non mi sembra il caso, per ora, di sobbarcarsi altre spese con un ricorso. L’unica raccomandazione è quella di vigilare per non far decorrere i termini (per un eventuale ricorso) nell’attesa di una risposta di Equitalia.

  • Stefano 13 febbraio 2016 at 10:46

    Se avete trovato un fermo su un veicolo appena comprato io vi consiglio di contattare il venditore bonariamente Successivamente con raccomandata,fare presente questa problematica chiedendo che paghi la multa che ha originato il fermo fornendo poi prova del pagamento a voi
    Se non succede niente di tutto questo potete chiedere la restituzione dei soldi e restituire il mezzo.
    Se il  venditore non vuole saperne  potete denunciarlo sporgendo una querela.
    Circolare con un mezzo sottoposto a fermo  può comportare una multa che graverà sul nuovo proprietario.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca