Indice del post fermo amministrativo » come, quando, dove e perchè - il vademecum

Il vademecum del fermo amministrativo: Le Norme

Con il Decreto Ministeriale 503/98 furono definite le disposizioni attuative dell'articolo 86 DPR 602/1973 ("Riscossione Coattiva"), con cui era stato introdotto il fermo amministrativo da disporre quando risultava evidente l’impossibilita’ di pignorare il bene del debitore. Con il decreto legislativo 46/99 ed il decreto legislativo 193/01 è stata poi modificata la normativa originale riguardo alle competenze e alle procedure, senza pero’ che venissero apportate modifiche al decreto attuativo. Ecco perche’, da allora, si è posta la questione se il Decreto Ministeriale 503/98 dovesse considerarsi valido o comunque compatibile con la norma (per molti esso è del tutto inadeguato alle [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Di cosa si tratta

Il fermo amministrativo è una disposizione tramite cui le amministrazioni o gli enti competenti (si va dall'Agenzia delle entrate all'Inps, dalle Regioni ai Comuni) provvedono, tramite enti esattori, alla riscossione coattiva di crediti insoluti "bloccando" un bene mobile dell'obbligato. Tipicamente l’atto segue il mancato pagamento di una cartella esattoriale entro i termini di legge (60 giorni), ed interessa beni mobili come l'automobile o la moto. Le cartelle esattoriali, che seguono una determinata procedura di emissione che prevede la cosiddetta "iscrizione a ruolo" del debito, possono riferirsi a tributi o tasse (canone Rai, contributi Inps, bollo auto,Tarsu, Ici, etc.) oppure [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Come funziona

Come già accennato, l'atto del fermo amministrativo, segue il mancato pagamento (o ricorso) di un atto formale come la cartella esattoriale, il (nuovo) avviso di accertamento esecutivo (sostitutivo della cartella dall'ottobre 2011 per le tasse), l'ingiunzione di pagamento (gia' utilizzata da molti comuni per riscuotere le multe e unico mezzo che gli stessi potranno utilizzare, anche per i propri tributi, dal 2012). In ogni caso, la cartella esattoriale, l'avviso di accertamento esecutivo e l'ingiunzione di pagamento devono contenere precise informazioni sulla scadenza dei termini di pagamento (60 giorni per la cartella e gli avvisi e 30 giorni per l'ingiunzione) e [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Contestazione

Ma si può contestare un fermo amministrativo? Questa domanda appare piu’ semplice di quello che è. In realtà, nonostante sia spesso sbandierata la possibilita’ di ottenere con facilita’ annullamenti del provvedimento o rimborsi danni, la questione è molto dibattuta e complessa, e la “giurisprudenza” abbonda, a volte in modo contraddittorio. Il fatto è che la legge non è sufficientemente chiara in molti punti, a partire dall'identificazione della natura dell'atto (cautelare, esecutivo, amministrativo -vincolato o discrezionale o addirittura “misto”) fino ad arrivare, di conseguenza, alla determinazione dell'organo competente a gestire i ricorsi. A cio’ si aggiunge una discussa carenza normativa, [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Ricorso

Per individuare il Giudice competente, i termini e le modalità dell'impugnazione, avverso l'atto di iscrizione di fermo amministrativo, bisogna fare delle distinzioni in base alla tipologia del credito su cui si fonda il fermo ed al tipo di vizio che si vuole eccepire. Per semplificare, abbiamo predisposto una tabella sintetica. I termini sopra indicati sono previsti a pena di decadenza. Se il fermo riguarda una pluralità di crediti di diversa natura (tributi, sanzioni amministrative, crediti previdenziali, etc.) bisognerà proporre tante azioni quante sono le diverse Autorità competenti. Precisiamo ulteriormente: riguardo i vizi attinenti il merito del credito, è possibile [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Termini per il ricorso e giudice competente

Termini per il ricorso e giudice competente: ^L'articolo 86 prevede: "1. Decorso inutilmente il termine di cui all'articolo 50, comma 1, il concessionario può disporre il fermo dei beni mobili del debitore o dei coobbligati iscritti in pubblici registri, dandone notizia alla direzione regionale delle entrate ed alla regione di residenza. 2. Il fermo si esegue mediante iscrizione del provvedimento che lo dispone nei registri mobiliari a cura del concessionario, che ne dà altresì comunicazione al soggetto nei confronti del quale si procede. 3. Chiunque circola con veicoli, autoscafi o aeromobili sottoposti al fermo è soggetto alla sanzione prevista [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Cancellazione

Si può cancellare il fermo amministrativo, presentando al P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) il provvedimento di revoca (liberatoria) che l’Agente della riscossione rilascia all'atto del pagamento integrale del debito unitamente alla quietanza di pagamento e all'originale del certificato di proprietà. In tema di fermo amministrativo disposto da Equitalia sul veicolo di proprietà del debitore, la legge 106/2011 approvata il 7 luglio) è intervenuta anche, con l’articolo 7, comma 2, lettere gg-octies, sulle modalità di cancellazione dai pubblici registri e sui costi ad essa connessi. Al riguardo, nell’ipotesi in cui venga cancellato il fermo amministrativo iscritto sui beni mobili registrati ai [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Impugnazione del preavviso di fermo

Per quanto riguarda il preavviso di fermo, invece, ci si chiede spesso se sia impugnabile. Sul punto, non trattato dalla legge, è intervenuta piu’ volte la Corte di Cassazione con una serie di sentenze anche contrastanti. In molte occasioni è stato osservato che NON si puo’ fare ricorso avverso il cosiddetto “preavviso di fermo” ma solo contro la successiva comunicazione di iscrizione del fermo. La motivazione di tale decisione e’, in breve, che la legge non prevede espressamente che il fermo venga preannunciato ma solo comunicato dopo l’iscrizione (al PRA nel caso di fermo di auto). Pertanto il preavviso [ ... leggi tutto » ]

Impugnazione del preavviso di fermo amministrativo - ammessa per tutti i tipi di credito di natura esattoriale

Il fermo amministrativo, infatti, è stato concepito come misura cautelare finalizzata a tutelare l’efficace riscossione dei crediti vantati dalla pubblica amministrazione ed è regolata dall'articolo 86 del DPR 600/1973. In pratica, il fermo amministrativo consiste nella trascrizione di una annotazione al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) riferita ai beni ivi registrati (automobili, motocicli ecc.) ed intestati al debitore moroso, che comporta il divieto di circolazione, demolizione, radiazione ed esportazione del mezzo. L’efficace applicazione della misura di fermo amministrativo è garantita, in caso di trasgressione degli obblighi che ne derivano, da sanzioni amministrative di importo rilevante, non escludendo la sospensione della [ ... leggi tutto » ]

Preavviso di fermo amministrativo - illegittimo se al debitore non è stata notificata la cartella esattoriale

Il preavviso di fermo amministrativo, così come il fermo amministrativo, sono illegittimi se al debitore non viene prima notificata la cartella di pagamento (o un atto esecutivo equivalente come l'avviso di accertamento immediatamente esecutivo o l'ingiunzione fiscale di pagamento). Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza numero 18380 del 26 ottobre 2012, in base alla quale l'omessa dimostrazione dell'avvenuta notifica delle cartella esattoriale implica l'accertamento della decadenza dal diritto alla riscossione, con implicita conseguenza della insussistenza di qualsivoglia titolo per l'adozione di provvedimenti di genere cautelare, come il preavviso di fermo amministrativo o lo stesso provvedimento [ ... leggi tutto » ]

Preavviso fermo amministrativo illegittimo - Il danno va risarcito anche se non è facilmente quantificabile

Il giudice di pace di Tricase (provincia di Lecce) ha stabilito che non poteva Equitalia notificare preavviso di fermo per assenza di un valido titolo esecutivo ... Conseguentemente, l’operato illegittimo sia dell'ente impositore e sia dell'esattore hanno comunque provocato un danno ingiusto in conseguenza di un preavviso di fermo che non poteva essere emesso se gli opponenti avessero usato la normale diligenza nello svolgimento dell'attività amministrativa ... Queste le conclusioni a cui è giunto il giudice di Pace salentino, condannando Equitalia che aveva provveduto a notificare ad un cittadino un preavviso di fermo amministrativo per una cartella esattoriale già [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Il problema del bollo auto

Come abbiamo visto nelle sezioni precedenti, il fermo amministrativo segue il mancato pagamento di un atto formale come: la cartella esattoriale; l'avviso di accertamento esecutivo,  che sostituisce la cartella cartella esattoriale dall'ottobre 2011 per debiti di origine erariale; l’ingiunzione di pagamento,  gia’ utilizzata da molti comuni per riscuotere le multe e unico mezzo che gli stessi potranno utilizzare, anche per i propri tributi, dal 2012. Il fermo amministrativo consiste in una misura cautelare attivata dall'agente della riscossione (Equitalia) attraverso la trascrizione del fermo del bene mobile registrato, per esempio, un'automobile nel Pubblico registro automobilistico, con conseguente divieto di circolazione. [ ... leggi tutto » ]

Il fermo amministrativo non comporta la perdita di proprietà e dunque va pagata la tassa automobilistica

Il fermo amministrativo è, come l'ipoteca su un immobile, un atto di natura cautelare che non comporta la perdita di proprietà, e questo è un requisito sufficiente per obbligare il proprietario del veicolo sottoposto a fermo amministrativo al pagamento del bollo. D'altra parte c'è chi afferma il contrario, basandosi sulla circostanza che, comunque, il fermo amministrativo comporta una perdita temporanea della libera disponibilità del bene e che quindi il proprietario del veicolo sottoposto a fermo amministrativo non è tenuto a pagare il bollo auto, almeno nel periodo in cui il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo. Come quasi sempre avviene, [ ... leggi tutto » ]

La procedura da seguire per non pagare il bollo per un veicolo sottoposto a fermo amministrativo

Conclusioni » per evitare di pagare il bollo auto anche per il periodo in cui il veicolo è, o è stato, sottoposto a fermo amministrativo, è necessario chiederne formalmente l'esenzione. La procedura corretta da seguire è quella di recarsi presso gli uffici regionali preposti al servizio di riscossione dei tributi locali, producendo un atto sostitutivo di notorietà in cui si dichiara la temporanea perdita di possesso del veicolo conseguente all'avvenuta iscrizione di fermo amministrativo ed i relativi periodi in cui il fermo amministrativo è stato disposto. Se gl uffici regionali non accettano la dichiarazione sostitutiva come documento idoneo ad [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - La vendita del veicolo

Chiunque fosse intenzionato ad acquistare un'autovettura sottoposta a fermo amministrativo deve sapere che non ha l'onere di accollarsi in nessun modo i debiti che hanno portato all'applicazione della misura cautelare. È sempre il vecchio proprietario, che ha venduto la propria auto, a dover adempiere ai propri doveri fiscali. L'acquirente, prima di comprare un'auto, deve controllare il certificato di proprietà emesso dal Pra per verificare che il mezzo non sia gravato da un fermo amministrativo. Se lo fosse, il nuovo proprietario non potrà circolare con il mezzo e potrà subire le conseguenze di un eventuale pignoramento. Fino a quando il [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Guidare con le ganasce fiscali

Si può guidare un veicolo sottoposto al fermo amministrativo? Il Ministero dell'Interno, con la circolare del 25.01.08 numero m/6326150, ci chiarisce - a mio avviso doverosamente - che al conducente che guida un veicolo sottoposto a fermo fiscale sarà applicata solamente una sanzione amministrativa. Il Ministero con questa circolare spiega che il fermo fiscale non rappresenta "una vera e propria violazione delle norme del codice della strada ma una misura prevista a garanzia di un credito". La stessa avvocatura generale dello Stato sottolinea che in caso di violazione del fermo fiscale deve essere elevata soltanto la sanzione pecuniaria "senza [ ... leggi tutto » ]

Fermo amministrativo - Come sbarazzarsi del veicolo lasciandolo in pegno

Quale sarebbe uno scenario possibile, riguardo la demolizione di un veicolo sottoposto a fermo amministrativo? Vediamolo: Il veicolo di proprietà di Tizio è andato in panne, qualche chilometro lontano da casa. Magari è solo un problema al circuito elettrico o qualcosa di ben più grave, chissà. Ma è un comunque un contrattempo di cui Tizio avrebbe fatto volentieri a meno. Tizio ha da qualche parte il numero di cellulare che, tempo addietro,  aveva annotato leggendo in un forum. Almeno un pizzico di fortuna in tanta "sfiga".  Eccolo qua,  il "soccorso stradale" amico e solidale, che non ti lascia mai [ ... leggi tutto » ]

A noi risulta che non sia possibile procedere alla demolizione del veicolo sottoposto a fermo amministrativo

E' vero: l'ACI - con la circolare n° 10649 del 1° settembre 2009 -  ha recepito alcune indicazioni del ministero dell'Economia sulla natura e sulle conseguenze del fermo amministrativo di autoveicoli. Pertanto, a far data dal 16 settembre 2009,  non è più stato possibile  dare seguito alle richieste di cancellazione di un veicolo dal PRA, qualora risulti ancora iscritto un fermo amministrativo. Lo spirito della norma è quello di favorire il recupero dei crediti che la pubblica amministrazione vanta nei confronti di cittadini inadempienti proprietari di veicoli colpiti da ganasce fiscali, impedendo che venga effettuata l’esportazione all'estero e anche la demolizione. [ ... leggi tutto » ]

Quando il fermo amministrativo è sanzione accessoria alla multa

Il fermo amministrativo può anche essere applicato come sanzione accessoria ad un verbale di multa per infrazione al codice della strada. Quando questo avviene, il fermo viene disposto al momento dell'accertamento della violazione. Nel caso invece in cui venga sottoposto a fermo amministrativo un mezzo come la moto o il ciclomotore, la rimozione e la custodia avvengono a cura dell'organo di Polizia. Nel caso di un veicolo esso dovrà esser affidato al proprietario, ovvero, se questi non è presente al momento dell'accertamento o non è prontamente reperibile, al conducente o ad altri soggetti obbligati in solido presenti (usufruttuario, acquirente [ ... leggi tutto » ]

Il veicolo sottoposto a sequestro o a fermo amministrativo deve essere depositato in un luogo di cui il custode abbia la disponibilità

Il proprietario, il conducente del veicolo o gli altri obbligati in solido, sono tenuti alla sua custodia e non possono sottrarsi senza giustificato motivo. Pertanto, qualora non dispongano di un luogo di custodia, essi dovranno a proprie cure e spese, usufruire di un deposito, di un’autorimessa pubblica o di un altro spazio idoneo, posto in luogo non sottoposto a pubblico passaggio. Il veicolo sottoposto a sequestro o a fermo amministrativo, infatti, deve essere depositato in un luogo di cui il custode abbia la disponibilità, anche non esclusiva (ad esempio un giardino, anche condominiale, un garage privato, un fondo privato, [ ... leggi tutto » ]

Quando il fermo amministrativo è originato dal mancato pagamento di una sanzione amministrativa

L'agente di Riscossione del credito non può disporre il fermo amministrativo del veicolo di proprietà del debitore in seguito al mancato pagamento di multe per violazioni al codice della strada Secondo una parte della giurisprudenza è illegittimo disporre il fermo amministrativo del veicolo di proprietà del debitore in seguito al mancato pagamento di multe per violazioni al codice della strada, anche se si tratta di prassi frequente adottata da Equitalia. La misura del fermo amministrativo, infatti, è prevista dal DPR 602/73 esclusivamente per debiti di natura “tributaria”, ossia per le imposte sui redditi e per gli altri tributi (tasse od imposte) dovuti [ ... leggi tutto » ]

24 maggio 2013 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post fermo amministrativo » come, quando, dove e perchè - il vademecum. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Fermo amministrativo » Come, quando, dove e perchè - Il vademecum Autore Loredana Pavolini Articolo pubblicato il giorno 24 maggio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 10 aprile 2018 Classificato nella categoria preavviso di fermo amministrativo e fermo amministrativo Inserito nella sezione giurisprudenza.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca