Indice del post espropriazione immobiliare - iter e tempi del nuovo processo esecutivo

Il decreto legge 83/15 recante misure urgenti in materia fallimentare, civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria ha fortemente inciso sul processo esecutivo, modificando sensibilmente le procedure di vendita coattiva dei beni immobili sottoposti a pignoramento che si applicano alle esecuzioni iniziate a partire del 27 giugno 2015. Per l'espropriazione immobiliare, il creditore procedente, munito di titolo esecutivo, ha 60 giorni di tempo, dalla data di deposito dell'istanza di vendita, per depositare le visure catastali e ipocatastali dell'immobile pignorato. Questo termine può essere prorogato una sola volta, per un massimo 60 giorni, su richiesta del creditore pignorante o [ ... leggi tutto » ]

Il giudice nomina l‘esperto per la valutazione dell'immobile entro 15 giorni dall'avvenuto deposito delle visure catastali e ipocatastali e fissa l'udienza per la comparizione delle parti entro 90 giorni dalla data del provvedimento. Agli effetti dell’espropriazione il valore dell’immobile è determinato avuto riguardo al valore di mercato sulla base degli elementi forniti dalle parti e dall'esperto nominato dal giudice. L’esperto per la valutazione del bene pignorato dovrà tener conto della superficie commerciale complessiva dell'immobile, determinandone il valore per metro quadro; dovrà esporre analiticamente gli adeguamenti e le correzioni della stima, ivi inclusa la riduzione del valore di mercato praticata [ ... leggi tutto » ]

Nell'udienza di comparizione delle parti di cui alla sezione precedente, esaminata la perizia dell'esperto, il giudice fissa un termine non inferiore a 90 giorni e non superiore a 120 giorni entro il quale possono essere proposte offerte di acquisto. Il giudice con la medesima ordinanza stabilisce le modalità con cui deve essere prestata la cauzione da parte degli offerenti; se la vendita è fatta in uno o più lotti; il prezzo base e l'offerta minima (pari al 75% del prezzo base); fissa al giorno successivo alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte di acquisto, l'udienza per la [ ... leggi tutto » ]

In presenza di un'unico offerente l'immobile viene aggiudicato qualora l'offerta è pari o superiore al valore dell’immobile stabilito nell’ordinanza di vendita; se, invece, il prezzo offerto è inferiore rispetto al prezzo stabilito nell'ordinanza di vendita in misura non superiore ad un quarto, il giudice può dar luogo alla vendita solo quando ritenga che non vi sia una seria possibilità di conseguire un prezzo superiore con una nuova vendita. In pratica, un’unica offerta valida pari o superiore al prezzo base assicura sempre l’aggiudicazione del bene posto in vendita coattiva. Nel caso in cui siano state presentate più offerte valide, si [ ... leggi tutto » ]

26 gennaio 2016 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Aste immobiliari » Con la riforma della giustizia ecco quali sono i limiti all'incanto
Con la Riforma della Giustizia, grossi cambiamenti in materia di esecuzione forzata ed aste immobiliari: introdotti limiti per la vendita all'incanto. La riforma della giustizia ha riformato in profondità tutto il processo civile, introducendo molte rilevanti novità anche in tema di processo di esecuzione forzata e, più in particolare, di [ ... leggi tutto » ]
Dal pignoramento all'ordinanza di vendita della casa – Schema del processo esecutivo immobiliare
1) Pignoramento Pignoramento anche in base a scrittura privata autenticata. Il pignoramento deve contenere invito ad eleggere domicilio in comune compreso nel circondario del tribunale, con avvertenza che altrimenti le successive notifiche e comunicazioni saranno effettuate presso la cancelleria (articolo 492 c. 2) 2) Istanza di vendita deposito dell'istanza di [ ... leggi tutto » ]
Pignoramento ed espropriazione immobiliare » Abitazione invenduta all'asta? Stop all'esecuzione forzata
Nell'ambito del pignoramento immobiliare ordinario (non da parte dello stato) riguardante l'espropriazione dell'abitazione, in caso di numerose aste improduttive, può esserci lo stop all'esecuzione coattiva. Pignoramento di un immobile con successiva vendita all'asta: qualora, dopo numerosi tentativi di vendita andati a vuoto, il valore del bene sia talmente diminuito, tanto [ ... leggi tutto » ]
L'asta immobiliare giudiziaria » Guida alla partecipazione
Chi può partecipare ad un'asta? Quali sono le modalità di partecipazione? Come si presenta la domanda e quali sono i requisiti per aggiudicarsi una gara? A tutte queste domande rispondiamo con la redazione di questa utile guida. I documenti visionabili per l'asta immobiliare I documenti visionabili per verificare l'interesse alla [ ... leggi tutto » ]
Aste giudiziarie nel processo esecutivo di recupero crediti
Le Aste Giudiziarie sono l'atto del processo esecutivo, disposto dal Giudice dell'Esecuzione su richiesta del creditore procedente, allo scopo di alienare forzosamente i diritti del debitore,  sui propri beni mobili ed immobili, al soggetto che risulta esser il maggior offerente. Il ricavato della vendita sarà ripartito a favore del creditore [ ... leggi tutto » ]

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post espropriazione immobiliare - iter e tempi del nuovo processo esecutivo. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Espropriazione immobiliare - iter e tempi del nuovo processo esecutivo Autore Annapaola Ferri Articolo pubblicato il giorno 26 gennaio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria azioni esecutive pignoramento ed espropriazione » mini guide Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca