Espropriazione e vendita di un bene indiviso - Vendita della quota indivisa




» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo



A seguito di istanza del creditore procedente il Giudice per le Esecuzioni  convoca le parti ivi compresi i comproprietari ad una udienza fissata allo scopo di decidere sulle modalità della esecuzione sulla quota. Nell’udienza il Giudice può:

  1. fissare la vendita della quota indivisa;
  2.  procedere alla separazione della quota (se ne sussistono i presupposti e c’è accordo fra i comproprietari) e fissare la vendita del bene intero “ricavato”;
  3. disporre la divisione del bene intero.

Unico vero modo di liquidazione del bene espropriato e,  metodo tendenzialmente seguito nella stragrande maggioranza dei casi.

E’ pero’ sotto gli occhi di tutti gli operatori che tale metodo ha sortito pessimi risultati: la quota ha pochissimi acquirenti potenziali e la vendita spesso ha effetto positivo solo dopo vari tentativi  ed a prezzo vile, o addirittura deve essere abbandonata.



» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


1 Settembre 2013 · Chiara Nicolai




Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su espropriazione e vendita di un bene indiviso - vendita della quota indivisa. Clicca qui.

Stai leggendo Espropriazione e vendita di un bene indiviso - Vendita della quota indivisa Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 1 Settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento ed espropriazione di beni indivisi in comunione cointestati o attribuiti a fondo patrimoniale Inserito nella sezione pignoramento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)