Indice del post l'esonero contributivo per il bienno 2016/17: dettagli e particolarità

Esonero contributivo per neoassunti: novità, dettagli, particolarità e proroga fino al 2017, ecco di cosa si tratta. Allo scopo di promuovere forme di occupazione stabile, la Legge di stabilità 2016 ha introdotto l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nella misura del 40 per cento dell'ammontare dei contributi medesimi, per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel corso del 2016. L'incentivo in oggetto è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, ivi compresi i datori di lavoro del settore agricolo, ed opera per un periodo di due anni a partire dalla data di [ ... leggi tutto » ]

L'esonero contributivo è, in sostanza, l’agevolazione riconosciuta a favore dei datori di lavoro che assumono lavoratori a tempo indeterminato: vediamo di cosa si tratta. l’esonero contributivo per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato effettuate nel 2016 risulta decisamente ridotto rispetto a quello disciplinato dalla Legge di Stabilità 2015: sia per quanto riguarda la durata del beneficio (biennale, anziché triennale); sia per quanto concerne la misura dello sgravio (40% dei contributi a carico del datore di lavoro, anziché il 100%); sia, infine, per l’importo massimo annuo di cui si può beneficiare (3.250 euro, anziché 8.060 euro). Possono beneficiare dell’esonero [ ... leggi tutto » ]

Come funzionerà l'istituto dell'esonero contributivo nell'anno fiscale 2017: la guida. Ad ogni modo, in attesa del cuneo fiscale, vi sarà, come già esposto, la proroga dell’esonero contributivo, nel 2017, con uno “sconto” sui contributi Inps a carico del datore di lavoro pari al 20-25%. Il funzionamento dello sgravio ricalcherà quello attualmente esistente, pertanto sarà fruibile da tutti i lavoratori privi di occupazione stabile da almeno 6 mesi. Saranno dunque ammessi all’agevolazione non solo i lavoratori privi di occupazione da almeno 6 mesi, ma tutti coloro per i quali non sussistono, nei 6 mesi precedenti all’assunzione, contratti a tempo indeterminato, [ ... leggi tutto » ]

27 maggio 2016 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Giovani genitori disoccupati o precari - Una chance per trovare un lavoro stabile
Il Ministro della Gioventù ha stanziato 51 milioni di euro per la realizzazione di interventi in favore dell'occupazione di soggetti di età non superiore a 35 anni e con figli minori. In pratica, viene erogato un incentivo di 5 mila euro a favore delle imprese che provvedono ad assumere in ...
Lavoratore assegnato a mansioni inferiori rispetto a quelle poi riconosciute in sede giudiziale - Il datore di lavoro è tenuto al pagamento anche della quota di adeguamento contributivo a carico del dipendente
Il datore di lavoro è responsabile del pagamento dei contributi anche per la parte a carico del lavoratore; qualunque patto in contrario è nullo. Il contributo a carico del lavoratore è trattenuto dal datore di lavoro sulla retribuzione corrisposta al lavoratore stesso alla scadenza del periodo di paga a cui ...
Omissione contributiva - il datore di lavoro è tenuto anche al versamento della quota a carico del dipendente
Nel caso di omissione del versamento o dell'adempimento tardivo dei contributi previdenziali ed assistenziali dovuti dal datore di lavoro, quest'ultimo resta tenuto al pagamento dei contributi o delle parti di contributi non versate, tanto per la quota a proprio carico che per la quota a carico del lavoratore. Il datore ...
Compensare debiti contributivi con false indennità corrisposte al lavoratore configura il reato di truffa
Integra il delitto di truffa la condotta del datore di lavoro che, per mezzo dell'artificio costituito dalla fittizia esposizione di somme dichiarate come corrisposte al lavoratore, induce in errore l'INPS sul diritto al conguaglio di dette somme, invero mai corrisposte, realizzando così un ingiusto profitto e non già una semplice ...
Prescrizione per i contributi INPS dovuti e non versati
La prescrizione è un evento estintivo del diritto di versare/recuperare i contributi, legato al decorso di un periodo di tempo determinato dalla legge. Entro il termine di prescrizione i contributi non versati possono essere validamente: pagati con regolarizzazione da parte del datore di lavoro (lavoro dipendente), o del lavoratore stesso ...

Spunti di discussione dal forum

Passaggio da tempo parziale a tempo pieno » diritto di precedenza rispetto ad altre assunzioni
Grazie per l'esauriente risposta: infatti mi riferivo a future assunzioni in quanto ce ne sono state molte, ma personalmente non saprei se il datore di lavoro ha l'obbligo di chiedere a dipendenti gia'assunti. Io l'ho fatto a voce ma mi e'stato risposto che non mi dava ore in piu'. Siccome…
Precedenza nelle assunzioni full time
Mi sono precedentemente rivolta a voi per avere informazioni su una richiesta di trasformazione contratto da partime a full time con un anzianità lavorativa di 10 anni con mansioni uguali alle mie colleghe, turnando con la notte partime verticale. Mi è stata rifiutata dal mio datore di lavoro, ma nonostante…
Diritto di precedenza su richiesta di trasformazione rapporto di lavoro da partime a tempo pieno
Mi sono rivolta a voi tempo fa e dopo aver preso informazioni certe ho deciso di fare vertenza per la violazione del diritto di precedenza da parte del mio datore di lavoro che alla mia richiesta non solo si è rifiutato ma ha assunto a tempo pieno altri dipendenti. Ma…
Validità pignoramento in caso di riassunzione presso lo stesso datore di lavoro
Premetto che sono un dipendente a tempo determinato presso una azienda di Trasporto Pubblico Locale (TPL): l'azienda mi assume a tempo determinato per coprire determinate esigenze aziendali. Durante la mia precedente assunzione a tempo determinato, Equitalia ha pensato bene di effettuare pignoramento presso il datore di lavoro per delle cartelle…
Pignoramento stipendio – bonus, premi straordinari, ticket sono pignorabili?
Dopo 20 anni di attività in proprio ho cessato la mia attività a fine 2013 con sul groppone un bel pò di debiti di varia natura. Ho un contratto a tempo indeterminato in scadenza il 30/04 che mi è già stato pignorato di 1/5 da un creditore. La mia domanda…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post l'esonero contributivo per il bienno 2016/17: dettagli e particolarità. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post L'esonero contributivo per il bienno 2016/17: dettagli e particolarità Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 27 maggio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria sostegno al reddito - contributi incentivi pensione di inabilità e assegno di invalidità - assegno familiare e per il nucleo familiare - indennità di disoccupazione Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca