Rimborso parziale dei crediti - La valutazione discrezionale del giudice stabilisce se il fallito ha diritto alla esdebitazione

La legge fallimentare prevede che l'esdebitazione non possa essere concessa qualora non siano stati soddisfatti, neppure in parte, i creditori concorsuali.

Il riferimento alla soddisfazione, almeno parziale, dei creditori concorsuali attribuisce al giudice di merito un ambito di valutazione discrezionale circa la portata effettivamente satisfattiva delle ripartizioni parziali. E, infatti, la parzialità può essere riferita non solo al numero dei creditori soddisfatti, sul totale di quelli ammessi, ma anche alla percentuale di pagamento dei singoli crediti. Con la conseguenza che si sconta una inevitabile valutazione, appunto discrezionale, sulla idoneità della percentuale ottenuta dai creditori per aver diritto alla esdebitazione.

Spetta solo al giudice di merito, secondo il suo prudente apprezzamento, una valutazione comparativa di tale consistenza rispetto a quanto complessivamente dovuto.

Questo il parere autorevole dei giudici della Corte di cassazione espresso nella sentenza 17386/15.

2 settembre 2015 · Roberto Petrella

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Esdebitazione fallimentare - la liberazione dai debiti dell'imprenditore fallito
Va innanzitutto chiarito che un imprenditore, per poter essere considerato "fallibile", deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo superiore ad euro trecentomila; ...
Sovraindebitamento – debiti ed esdebitazione
Ricordiamo che un imprenditore, per poter essere considerato non fallibile, deve possedere i seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila; aver realizzato, ...
Criteri di valutazione equitativa del danno non patrimoniale alla salute
Il codice civile prescrive che, qualora il danno non possa essere provato nel suo preciso ammontare, esso deve essere liquidato dal giudice con valutazione equitativa. Ma, quali sono, in particolare, i criteri cui deve ispirarsi il giudice nella valutazione equitativa del danno non patrimoniale alla salute? Innanzitutto, il giudice chiamato ...
Esdebitazione e fallimento del debitore consumatore - pillole del decreto legge sulla liberazione dai debiti
Il debitore consumatore (non professionista) in stato di sovraindebitamento può proporre ai creditori un accordo di ristrutturazione dei debiti e di rimborso dei crediti sulla base di un piano che preveda scadenze e modalità di pagamento ed indichi le modalità per la liquidazione dei beni ancora eventualmente posseduti. E' addirittura ...
Esdebitazione del consumatore » Istruzioni per l'uso
Se siete affetti da stress da sovraindebitamento, ecco le opzioni che avete a disposizione: la prima è quella di offrire il proprio intero patrimonio per la liquidazione, in alternativa, si può proporre un accordo per il pagamento anche parziale dei debiti. Scopriamo l'esdebitazione. Cos'è l'esdebitazione L'esdebitazione è un beneficio che ...

Spunti di discussione dal forum

Legge 3/2012 per la composizione delle crisi da sovraindebitamento – L’accordo bisogna raggiungerlo con almeno il 60% dei creditori oppure con i creditori titolari di almeno il 60% dell’esposizione debitoria?
Vorrei chiedere se in caso mi rivolgessi al Giudice per omologare un accordo con i creditori, il 60% di assenso da parte dei creditori è riferibile al numero dei creditori o al totale dell'importo dovuto? Per esempio se io devo 50.000 a una banca, altri 5.000 alla stessa banca, e…
Fallimento ed ottenuta esdebitazione – Può l’Agenzia delle entrate chiedermi ancora l’IVA?
In seguito alla chiusura del fallimento ho ottenuto dal tribunale l’esdebitazione: l'agenzia delle entrate, però, mi richiede delle somme riguardanti IVA (cifre ovviamente inerenti all'attività per la quale ho chiesto il fallimento) notificate al curatore l’anno della dichiarazione del fallimento (ma dopo la data di apertura). Per questo motivo sarebbero…
Esdebitazione con legge sovraindebitamento – a chi rivolgersi
Chiedo se sapete a chi mi posso rivolgere nella provincia di Ravenna per farmi assistere alla presentazione della domanda di esdebitazione legge 03/2012; ho provato ad informarmi ma nessuno sa dirmi niente, né tanto meno sanno chi effettua tale pratica.
Pensione pignorata – Si può chiedere il ricalcolo della quota pignorabile secondo la nuova vigente normativa?
All'inizio dello scorso anno il Giudice di merito ha concesso il pignoramento della mia pensione, in atto presso l'INPS fino alla fine del 2020. Ciò sulla base della vigente normativa del momento. Successivamente, la Suprema Corte di Cassazione ha definito una diversa valutazione della quota pignorabile, a me più favorevole,…
Esdebitazione per debito dovuto ad IVA non versata
Buongiorno sono nullatenente, ho chiuso ditta individuale; se passa un anno dalla chiusura non potranno più farmi fallire; tenendo conto di un debito iva elevato maturato negli anni, ha un senso richiedere qualche procedura di esdebitazione? esiste qualche procedura economica che consenta di stralciare i debiti con erario compresa iva,…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rimborso parziale dei crediti - la valutazione discrezionale del giudice stabilisce se il fallito ha diritto alla esdebitazione. Clicca qui.

Stai leggendo Rimborso parziale dei crediti - La valutazione discrezionale del giudice stabilisce se il fallito ha diritto alla esdebitazione Autore Roberto Petrella Articolo pubblicato il giorno 2 settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 2 settembre 2015 Classificato nella categoria composizione delle crisi da sovraindebitamento, debiti esdebitazione e fallimento debitore con legge 3/2012 Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?