Accesso formale agli atti

  1. Il diritto di accesso deve essere esercitato in via formale qualora:
    1. non sia possibile l'accoglimento della richiesta in via informale;
    2. sia rilevata la presenza di controinteressati;
    3. vi siano dubbi in riferimento all'identità e/o alla legittimazione del richiedente, o circa la sussistenza dell'interesse vantato sotteso alla richiesta o in merito all'accessibilità del documento.
  2. Nella domanda si devono indicare:
    1. i dati identificativi del richiedente o dell'eventuale soggetto delegato;
    2. l'interesse connesso all'oggetto della richiesta;
    3. gli estremi del documento o gli elementi che ne consentono l'individuazione.
  3. Qualora vi siano controinteressati, il Responsabile del procedimento deve comunicare loro l'avvio del procedimento di accesso, mediante raccomandata con avviso di ricevimento o mediante posta elettronica certificata, con l'invito a presentare eventuali motivate osservazioni entro dieci giorni dalla ricezione della comunicazione.
  4. Qualora la richiesta sia incompleta o irregolare, il Responsabile del procedimento, entro dieci giorni dal ricevimento dell'istanza, è tenuto a darne comunicazione al richiedente nei modi e nei luoghi da quest'ultimo indicati, richiedendo contestualmente integrazione documentale o precisazione degli elementi sottesi alla domanda. In tal caso, il termine per procedere è sospeso e ricomincia a decorrere dalla data in cui Equitalia Servizi S.p.A. riceve la richiesta di accesso rispettivamente completata o perfezionata.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca