Ipoteca esattoriale sulla casa

Equitalia, comunque, a norma di legge, deve iscrivere obbligatoriamente l'ipoteca prima di avviare un pignoramento immobiliare.

Da notare, però, che la normativa vigente ha disposto due limiti di importi differenti: l'uno per procedere all'iscrizione dell'ipoteca da parte di Equitalia, l'altro per procedere al successivo pignoramento immobiliare.

Come chiarito in diversi articoli, difatti, Equitalia può iscrivere ipoteca solo per debiti complessivi non inferiori a 20.000 euro.

L'importo di 20.000 euro si riferisce al credito complessivamente da riscuotere da parte di Equitalia e quindi può accadere che l'ipoteca sia riferita a crediti di diversa natura: il limite deve computarsi anche sommando i ruoli formati da diversi enti, come ad esempio Inps ed Agenzia delle Entrate.

Infine, secondo l'orientamento giurisprudenziale, il debito è quantificato dal titolo indicato nella comunicazione di iscrizione ipotecaria, e non devono essere incluse voci diverse da quelle che compongono il debito tributario (capitale e interessi), quali compensi, diritti tabellari, spese di notifica, oppure spese di iscrizione ipotecaria e spese di cancellazione dell'ipoteca

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca