Equitalia ed interessi del 10% semestrali applicati a cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative

E' ovvio che può ricorrere, con ottime probabilità di successo, tuttavia deve fare anche una valutazione economica: alla fine otterrà, se le va bene, una riduzione degli interessi derivante dalla corretta applicazione di tassi legali. A ben vedere, infatti, la Cassazione non ha dichiarato illegittimi gli interessi applicati da Equitalia, bensì l'entità degli stessi. Dovrà, per contro, sostenere spese legali (almeno il contributo unificato e se vuol rinunciare all'assistenza di un avvocato, qualche giorno di lavoro perso per redigere il ricorso e presentarlo).

Ma, potrebbe trovare anche un giudice di pace che il giorno dell'udienza ha magari scoperto che la moglie lo tradisce e le rigetta il ricorso. Dovrà allora ricorrere in Cassazione, dove qualcuno, quando ci arriverà, potrebbe essere del parere che, a rifletterci bene, quel 10% di interessi praticato da Equitalia è pure poco.

Se invece il Giudice di Pace le desse ragione, metta in conto la possibilità che in Cassazione ci vada il Comune.

L'importante, come sempre, è affrontare le questioni con la piena consapevolezza dei pro e dei contro.

10 ottobre 2012 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca