Indice del post equitalia » i limiti per l'esecuzione forzata

I limiti di equitalia alla riscossione esattoriale coattiva

Il nostro ordinamento giuridico, grazie anche a recenti aggiornamenti, ha posto una serie di limiti all'attività di riscossione esattoriale, restringendo i poteri di Equitalia riguardo l'esecuzione forzata. Dunque, a tutela del contribuente e dei suo diritti di difesa, scopriamo dove l'agente della riscossione non può arrivare riguardo le ipoteche, il fermo amministrativo e [ ... leggi tutto » ]

I limiti di equitalia riguardo l'ipoteca esattoriale

Prima di poter iscrivere l’ipoteca sull'immobile del debitore, Equitalia ha l'onere, per legge, di a notificare al contribuente il preavviso di ipoteca. Con la notifica del preavviso d'ipoteca, Equitalia invita il debitore a pagare le somme dovute entro 30 giorni, con l’avvertenza che, in caso di mancato pagamento, si procederà, appunto all'iscrizione di ipoteca. Da notare che l’iscrizione di ipoteca è efficace anche se eseguita nel mancato rispetto dell’obbligo di invio del preavviso, fino a quando il giudice non ne ordina la cancellazione. Comunque, anche quando il preavviso viene inviato, il contribuente non è privo di contromisure. Innanzitutto, è [ ... leggi tutto » ]

Dove può arrivare Equitalia in caso di fermo amministrativo

Anche prima di disporre il fermo amministrativo e, dunque, procedere con il blocco dei veicoli intestati al debitore mediante iscrizione del provvedimento nel pubblico registro automobilistico (Pra), Equitalia è obbligata per legge a notificare al debitore un preavviso, ovvero il preavviso di fermo amministrativo. Con il preavviso, il debitore viene invitato a mettersi in regola entro 30 giorni, con l’avvertenza che, in caso di mancato pagamento, i procederà all'iscrizione del fermo amministrativo sul veicolo a motore di sua proprietà. Dopo le modifiche del Decreto del Fare è stato, inoltre, stabilito che non può essere disposto il fermo amministrativo sugli [ ... leggi tutto » ]

I limiti di Equitalia per l'espropriazione immobiliare

Prima di iniziare l’espropriazione forzata, qualora sia decorso un anno dall’invio della cartella esattoriale senza che siano state adottate altre procedure esecutive, Equitalia ha l’obbligo di notificare al debitore l’avviso di intimazione ad adempiere. Con l’avviso, Equitalia invita il contribuente ad effettuare il pagamento di quanto dovuto entro 5 giorni dalla data di notifica dell’avviso o a chiedere la rateizzazione o la sospensione della riscossione. L’avviso perde efficacia qualora, trascorsi 180 giorni dalla data della sua notifica, l’espropriazione non ha avuto inizio. Comunque, il pignoramento immobiliare è effettuato al di sopra di determinati importi di debito e secondo le [ ... leggi tutto » ]

I limiti di equitalia per il pignoramento di stipendi e pensioni

Resta ferma la misura di un quinto, se le somme dovute a titolo di pensione, di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, superano i cinquemila euro. Altrimenti, le somme dovute a titolo di pensione, di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, possono essere pignorate dall'agente della riscossione in misura pari ad un decimo per importi fino a 2.500 euro e in misura pari ad un settimo per [ ... leggi tutto » ]

14 ottobre 2014 · Gennaro Andele

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post equitalia » i limiti per l'esecuzione forzata. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Equitalia » I limiti per l'esecuzione forzata Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 14 ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca Inserito nella sezione pignoramento.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca