Equitalia ed estratto conto dei debiti maturati

Estratto conto Equitalia

Assillata dai pensieri ho richiesto estratto conto a Equitalia dei miei debiti avvenuti quando avevo un’attività commerciale ormai chiusa (una sas) nel 2007 primi ’08. Preciso non ho nulla d’intestato, nè auto, nè casa, nè altro.Ora lavoro come dipendente, ma mai nessun pignoramento del quinto.

Tra INPS, Ufficio delle Entrate, e tutto ciò che concerne i debiti dovuti allo Stato arrivo alla bellezza di 48.000€. Tutto ciò è avvenuto perchè l’attività che speravo di vendere, nel giro di un anno il compratore è sparito, lasciandomi non pagata e costretta a chiudere l’attività (nel frattempo non aveva più pagato nemmeno l’affitto e quindi è stato sfrattato), pur avendogli fatto causa vincendola per rientrare in possesso della mia attività commerciale.

Il mio avvocato disse di chiudere la società e non pagare più nulla e stare tranquilla sul quinto.

Il mio assillo è che non vorrei che un domani i miei figli (sono separata con divisione dei beni e solo il mio ex marito possiede un immobile) non si trovassero con questa schifosa eredità.

Non credo che un domani prenderò la pensione visto la situazione che naviga l’INPS in Italia e se , dovrò lavorare ancora un bel pò prima di pianificare anche dove non ho pagato.

Pignoramento stipendio equitalia

Il problema dei debiti lasciati ai figli in eredità si risolve abbastanza facilmente istruendoli, nella malaugurata ipotesi di una sua prematura scomparsa, a recarsi prima da un notaio per effettuare la rinuncia all’eredità e, subito dopo, alle pompe funebri per organizzare il funerale dell’amata mamma (ammesso che dopo aver pagato l’onorario al notaro, resti qualcosa per le esequie).

Convengo con lei che pagare l’INPS non serve a nulla. Ormai, con i nostri contributi, l’Istituto guidato dall’uomo con le orecchie a sventola ci paga i vitalizi alla casta. A noi poveri mortali, se avremo fortuna, resterà qualche pasto freddo da gustare nella mensa della Caritas.

Non sono d’accordo, invece, con il suo avvocato quando le dice di “stare tranquilla sul quinto”.

Sono convinta che Equitalia procederà, prima o poi, al pignoramento del 20% del suo stipendio presso il datore di lavoro. Beninteso che lei non lavori in nero, il che se non salverà l’Italia (ma quale Italia?) aiuterà almeno lei a pagare la spesa per dar da mangiare ai figli.

25 Settembre 2012 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Quando il pignoramento di stipendi e pensioni è effettuato direttamente da Equitalia
Le somme dovute a titolo di pensione, di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, possono essere pignorate dall'agente della riscossione in misura pari ad un decimo per importi fino a 2.500 euro e in misura pari ad un settimo per importi superiori a 2.500 euro e non superiori a 5.000 euro. Resta ferma la misura di un quinto, se le somme dovute a titolo di pensione, di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle ...

Equitalia - Stop al pignoramento del conto corrente per redditi inferiori a 5 mila euro
Prima di affrontare le questioni precipue relative al  pignoramento del conto corrente, è necessario accennare al contratto di deposito bancario ed al tipo di rapporto intercorrente fra istituto di credito e correntista. In forza del contratto di deposito bancario che intercorre tra il cliente e la banca,  questa acquista la proprietà della somma depositata  ed è obbligata a restituirla nella stessa specie monetaria (cfr. articolo 1834 del codice civile). Trattandosi di un contratto essenzialmente reale esso si  perfeziona con il deposito della somma e, qualora non sia stato convenuto un termine, la banca è tenuta alla restituzione delle stesse a richiesta del ...

Pignoramento stipendi e pensioni depositati su conto corrente » Equitalia non può farlo su ultimi accrediti
Equitalia non può effettuare il pignoramento dell'ultimo stipendio o pensione » Il decreto del fare L'ultimo emolumento del rapporto di lavoro o di pensione non può essere congelato dall'agente di riscossione dello Stato (equitalia) con il pignoramento presso terzi. Lo stop ai pignoramenti di Equitalia riguarda solo le somme depositate in banca o alla posta a titolo di ultima retribuzione del rapporto di lavoro o della pensione. Infatti, il Decreto Legge del 21 giugno 2013, numero 69, detto il Decreto del Fare, ha modificato la precedente disciplina in materia di pignoramenti sugli stipendi, di salario o di altre indennità dovute ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia ed estratto conto dei debiti maturati. Clicca qui.

Stai leggendo Equitalia ed estratto conto dei debiti maturati Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 25 Settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Dicembre 2016 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)