Equitalia e azienda noleggio autobus

Equitalia e pignoramento presso l’ONLUS dove risiedo

Avevo un azienda di noleggio Autobus con sede legale in una abitazione dove vivo attualmente con la mia convivente e i miei due figli e dove personalmente non sono residente.

Inoltre non siamo sposati e abbiamo due stati di famiglia separati, uno ci sono solo io residente in una regione diversa e indirizzo diverso, l’altro la mia convivente con i due bambini da me regolarmente riconosciuti dove avevo la sede legale.

Purtroppo non potendo pagare varie tasse Irpef Irap Iva Inps e quant’altro inevitabilmente sono andate alla riscossione nel luogo della mia residenza, la quale agenzia di riscossione si chiama SERIT e non Equitalia.

Ultimamente pero mi ha e arrivata una cartella dell’Equitalia e non della SERIT dove avevo la sede legale, ovvero dove vivo con la mia convivente e due Bambini; La mia domanda è

Può Equitalia o Serit venire a pignorare in questa abitazione dove vivo con la mia famiglia ma non sono ne residente ne ho intestato il contratto di affitto e le utenze? Inoltre puo Equitalia iscrivermi nella lista dei cattivi pagatori delle banche?

Equitalia e Serit sono ormai la stessa cosa

Equitalia e Serit sono ormai la stessa cosa. Prima del 2008, le cartelle probabilmente avevano intestazione SERIT.

Comunque, i debiti sono stati accumulati dalla società, forse non ancora formalmente cessata ed alla sede legale della società debitrice Equitalia notifica gli atti esecutivi.

Per quanto attiene le banche dati dei cattivi pagatori, vi confluiscono solo dati provenienti da Tribunali o uffici di pubblicità immobiliare, in seguito a pignoramenti o iscrizioni ipotecarie.

Non certo i nominativi di soggetti che non hanno pagato le cartelle esattoriali e per i quali non è stato possibile procedere ad azioni esecutive fruttuose.

26 Settembre 2012 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Accordo a saldo stralcio - La segnalazione in Centrale Rischi va limitata al solo importo non recuperato
Le disposizioni, di natura amministrativa, dettate dal Bankitalia per regolare le modalità e i presupposti della segnalazioni in Centrale Rischi (CR) prevedono che il creditore, anche quando addiviene ad una definizione transattiva in relazione a crediti classificati a sofferenza, sia sempre tenuto, anche a pagamento eseguito, a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo non recuperato, in quanto non coperto dalla transazione. Specifica, infatti, la circolare numero 139 dell'11 febbraio 1991 (14° aggiornamento) al secondo capitolo, paragrafo 5.5, che devono essere segnalati i crediti passati a perdita, i crediti in sofferenza che l'intermediario, con specifica delibera, ha considerato ...

Siete indebitati e le società di recupero crediti vi perseguitano? Ecco come comportarsi
Ci riferiremo, tanto per fissare le idee, a debiti derivanti da acquisti effettuati avvalendosi di contratti di finanziamento per il così detto credito al consumo. La finanziaria, che non riesce a recuperare le somme erogate, non agisce direttamente contro il debitore. In genere non è organizzata, nè ha le competenze, per l'attività di esazione. Attraverso operazioni di factoring il credito viene allora ceduto alle società di recupero crediti. Chiameremo il nostro ipotetico debitore protagonista Pippo. Pippo ha comprato una cucina comprensiva di macchina del gas, frigorifero e congelatore. Con ripiani in marmo. Bene. Il tutto gli è costato 10 mila ...

Cattivi pagatori e rate pagate in ritardo
Il Decreto Sviluppo convertito in legge il 12 luglio 2011, nell'articolo 8-bis riguardante la cancellazione di segnalazioni dei ritardi di pagamento, fissava il termine di 5 giorni lavorativi per oscurare le informazioni relative a ritardi di pagamento di rate mensili o semestrali. Al momento della regolarizzazione dei pagamenti, le segnalazioni sui ritardi inserite nelle banche dati devono essere cancellate entro cinque giorni lavorativi da intermediari e banche. Le segnalazioni già registrate dovranno essere estinte entro quindici giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del decreto in esame (7 luglio 2011) se relative al mancato pagamento di un numero di ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia e azienda noleggio autobus. Clicca qui.

Stai leggendo Equitalia e azienda noleggio autobus Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 26 Settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 21 Settembre 2017 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)