Ipoteca » Come sapere quando è iscritta sulla propria casa

Come fare per sapere se su un immobile di nostra proprietà, vi è iscritta un’ipoteca?

E’ necessario richiedere un certificato che si chiama visura ipotecaria o meglio, visura ipocatastale.

Questa visura è, in parole povere, un’attività di ricerca che permette di determinare se un soggetto, una persona fisica o giuridica, è intestataria di beni immobili su cui sia iscritta un’ipoteca (che sia volontaria, legale, o giudiziaria) o altre procedure d’esecuzione.

La visura ipocatastale, quindi, è un documento, rilasciato dalla Conservatoria dei Registri Immobiliari, competente per territorio, relativo ad un immobile o soggetto che raccoglie una serie di informazioni, propriamente dette “formalità”.

Le cosìdette “formalità”, sono:

  • Trascrizioni (a favore e contro) : compravendite, successioni, donazioni, pignoramenti, decreti giudiziari di trasferimento immobili.
  • Iscrizioni ( a favore e contro) : Ipoteche volontarie (es. mutuo) e giudiziali, altri gravami e vincoli
  • Annotazioni : nota a cancellazione di ipoteca, surroga etc.

Le formalità si dicono “a favore” in caso di acquisti e “contro” in caso di cessione, di pignoramento e di ipoteca.

Per ogni atto o formalità viene indicata la tipologia dell’ipoteca o della pregiudizievole, la parte a favore della quale è iscritta l’ipoteca (istituto bancario, tribunale, ente di riscossione, ..), la/e parte/i contro e le relative quote di proprietà, l’importo di capitale ed interessi dell’ipoteca, i beni immobili gravati dall’ipoteca, individuati con i rispettivi dati catastali (comune, catasto terreni o fabbricati, foglio, mappale, subalterno).

La visura ipocatastale riporta inoltre la quota di proprietà, il comune dove è ubicato l’immobile, gli identificativi catastali, i dati e la tipologia dell’atto pubblico di provenienza (compravendita, donazione, successione, trasferimento immobili per esecuzione), i soggetti interessati, l’importo di un eventuale ipoteca ed altre informazioni.

La visura ipocatastale ha valore probatorio, è valida cioè per dimostrare la proprietà di un bene immobile.

Chiunque può richiedela, recandosi personalmente presso il relativo sportello della Conservatoria dei Registri Immobiliari, oppure rivolgendosi ad una agenzia immobiliare.

È sempre necessario fornire gli estremi dell’immobile, indicati nell’atto di proprietà.

In rete, è possibile trovare siti internet che effettuano questo servizio a pagamento.

In realtà, si tratta di un’attività molto semplice e pertanto, a meno che non si sia residenti in un luogo parecchio distante da quello in cui è ubicato l’immobile su cui si vuole effettuare la visura, è convenevole effettuare la richiesta personalmente.

Comunque, i costi sono relativamente bassi, oscillando sui 30 euro.

Altrimenti, un altro modo per verificare l’esistenza di un eventuale ipoteca, è quello di chiedere direttamente all’Agente Riscossore, come ad esempio Equitalia, un estratto conto, in cui siano indicate le procedure di esecuzione nei confronti del debitore.

Equitalia è tenuta a rispondere perché, pur non trattandosi di una amministrazione, è obbligata a consentire al cittadino l’accesso agli atti amministrativi.

2 Aprile 2013 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Come il comproprietario non debitore di un bene indiviso può liberare la propria quota di immobile da un'ipoteca iscritta contro altro comproprietario debitore
L'ipoteca iscritta sulla frazione ideale (o astratta) del partecipante debitore alla comunione (tipicamente quella ereditaria), produce effetto rispetto, esclusivamente, a quei beni o a quella porzione di beni che a lui verranno assegnati nella divisione. I creditori ipotecari di un debitore partecipante alla comunione del bene indiviso, al quale siano stati assegnati beni diversi da quelli ipotecati, possono far valere le loro ragioni anche sulle somme a lui dovute per conguagli o, qualora sia stata attribuita una somma di danaro in luogo di beni in natura, possono far valere le loro ragioni su tale somma, con prelazione determinata dalla data ...

Ipoteca iscritta sulla casa senza che io ne sapessi nulla
Nel 1986 acquistiamo io e mio marito una casa proprietari 50/50. Nel 1992 chiediamo separazione consensuale. Nel 1996 acquisto il 50% della casa da mio marito (con regolare atto). Nel 2002 divorzio. Ieri, parlando con mio figlio, scopro che il padre ha un debito con Equitalia e che in seguito a una visura bancaria il marito risulta ancora intestatario del 50% della casa. Mi reco in banca chiedendo una mia visura e io risulto proprietaria al 100%. Successivamente mi reco al catasto faccio una ispezione ipotecaria a nome mio e a nome del mio ex marito. A mio nome risulta ...

Ipoteca legale iscritta sulla mia prima casa a favore di equitalia
Poco probabile che venga concesso un prestito dietro garanzia di un immobile già ipotecato, anche se il primo credito garantito risulta decisamente inferiore al valore dell'immobile. La ragione è semplice: se il debitore paga solo il primo creditore e non il secondo, è molto difficile per quest'ultimo riuscire a rientrare della propria esposizione attraverso pignoramento e vendita all'asta. E, quand'anche vi riuscisse, a fronte di un calo dei valori immobiliari e considerato il naturale deprezzamento del bene nella vendita all'asta, il secondo creditore rischierebbe di trovarsi con in mano un pugno di mosche e spese certe da pagare, mentre al ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ipoteca » come sapere quando è iscritta sulla propria casa. Clicca qui.

Stai leggendo Ipoteca » Come sapere quando è iscritta sulla propria casa Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 2 Aprile 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)