Equitalia: new style » Stop a cartelle pazze e lotta a grandi evasori

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Equitalia: preannunciato un restyling nell’interazione tra l’azienda e i contribuenti. I vertici della società promettono l’abbandono dell’utilizzo delle cartelle esattoriali pazze ed una lotta senza termini ai maxi evasori fiscali.

L’ente più detestato dagli italiani, Equitalia, sarà presto rivoluzionato.

Secondo la legge delega sulla riforma fiscale, a essere toccato sarà il meccanismo che permette alla casse statali di recuperare i crediti pendenti.

Verrà creato un mini-ruolo destinato alle piccole somme, fino a 1.000-2.000 euro, sul quale l’approccio del nuovo esattore nazionale sarà meno perentorio e la temuta cartella esattoriale non arriverà come è avvenuto fino a oggi.

L’obiettivo principale, dunque, sarà quello di stanare i cosiddetti maxi-evasori, cioè coloro che, a fronte di larghissime spese, non dichiarano nulla.

D’altra parte, l’ondata di suicidi causata dalla crisi economica e dalle vessazioni da parte degli imprenditori ha fatto sì che gli strumenti di Equitalia perdessero di intensità.

Il legislatore ha così provveduto a evitare i pignoramenti immediati delle prime abitazioni di proprietà e le rateizzazioni inferiori a dieci anni (che impedivano di fatto i pagamenti, aumentando gli interessi di mora).

Il primo punto dell’operazione Equitalia, riguarda i contribuenti che non avranno più a che fare con cartelle esattoriale pazze e minacce.

L’istituto della riscossione coattiva delle somme iscritte a ruolo, cioè il meccanismo che permette allo Stato di incassare un credito e che ha dato vita in passato ad una lunga sequela di lamentale e drammi per ganasce e pignoramenti, sarà rivoluzionato.

Sarà creato, come accennato, un mini-ruolo destinato alle piccole somme, fino a 1.000-2.000 euro.

Invece di passare subito alle maniere forti, lo Stato opererà un po’ come fanno i gestori dei telefonini e di altri servizi con i clienti morosi: un call center solleciterà il pagamento verbalmente, poi si passerà ad inviti bonari e solo in caso di necessità partirà la cartella esattoriale e scatteranno le procedure esecutive della riscossione.

Più tempo, meno ansia e forse migliori rapporti tra contribuenti e fisco.

Del resto durante il 2013 alcune delle armi più affilate di Equitalia sono state già spuntate, tant’è che la stessa Corte di Conti ha segnalato come conseguenza una riduzione delle somme riscosse negli ultimi due anni.

Tuttavia le misure di ammorbidimento sono state ritenute necessarie anche per il disagio che si è manifestato durante il periodo più violento della crisi: l’ampliamento dei tempi di rateizzazione fino a dieci anni, l’esclusione del “sequestro” della prima casa, la limitata pignorabilità di pensioni, stipendi e beni strumentali d’impresa.

La riforma riguarderà anche la governance dell’ente che potrebbe essere ribattezzato Nuova Equitalia o Agenzia della riscossione.

Finora si è trattato di una spa controllata per il 51 per cento dall’Agenzia delle Entrate e per il rimanente 49 per cento dall’Inps.

Il Governo Renzi pensa di trasformarla in un’agenzia autonoma e indipendente in maniera da abbattere il conflitto di interesse tra accertatore ed esattore.

Anche il contratto degli 8000 dipendenti sarà rivisto: attualmente è assimilato a quello dei bancari ma presto potrebbe essere parificato a quello dei dipendenti pubblici.

Speriamo, comunque, a parte il nome cambi davvero qualcosa.

15 Luglio 2014 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Mutui » Cambio di rotta: si volta pagina
Via libera alle nuove regole sui mutui: Dopo il nulla osta del parlamento europeo, anche il consiglio dei ministri ha dato l'ok per far partire le nuove direttive. Le nuove regole sui mutui: si parte L'approvazione in via definitiva delle regole da parte dell'ecofin rappresenta un tentativo di voltare pagina, mettendo fine alle regole scorrette che hanno portato allo scoppio del credit crunch nel 2008. Innanzitutto allontanare il rischio dei mutui subprime dal vecchio continente. Sembra sia proprio questo l'obiettivo di una serie di misure, approvate sia dal parlamento europeo che dal consiglio dei ministri, le quali mirano a rendere ...

Equitalia cartelle esattoriali cambio di residenza mai regolarizzato
salve ho scoperto un'iscrizione ipotecaria da parte di Equitalia mentre cercavo di concludere un atto di vendita su propietà indivise.L'ipoteca è stata iscritta nel 2007 sulla quota di mia madre per un debito di circa 1.500 euro relativo a più cartelle esattoriali dagli anni 90 fino ad oggi.Le relative notifiche(19 iscrizioni a ruolo della TARSU,5 dell'agenzia delle entrate e 1 riassuntiva di parecchi anni, dell'agenzia delle entrate di torino per canone tv)non sono mai state ricevute dall'interessata in quanto non ha mai provveduto a regolarizzare il passaggio di residenza dal '90 in poi.L'ente, essendo irreperibile il destinatario delle cartelle, ...

Revisione auto: netto cambio di rotta » Le novità in vista
Si annunciano cambiamenti in vista per le norme che regolano la revisione auto: ecco tutte le novità previste per il 2017. In tema di revisione auto, vediamo quali sono le novità per il 2017. Nell'ambito della questione, è bene sapere che dal 1 Gennaio 2017 è entrata in vigore una nuova direttiva europea che richiede una maggiore preparazione per il personale addetto alla revisione auto. " Tra le novità, la più è importante è quella che prevede che, dati gli standard elevati dei controlli tecnici , si richieda che il personale che effettua i controlli possegga un livello elevato di ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia: new style » stop a cartelle pazze e lotta a grandi evasori. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)