Equitalia » Notifica cartelle esattoriali via PEC anche a partite IVA

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Equitalia: approvata la notifica delle cartelle esattoriali con la Pec (posta elettronica certificata) anche per le ditte individuali con partite Iva.

Equitalia, con un comunicato stampa del 26 agosto 2014 comunica che la notifica delle cartelle esattoriali per le ditte individuali potrà essere effettuata anche tramite la posta elettronica certificata, la cosiddetta PEC.

La conseguenza principale di questo tipo di notifica è che si prescinde totalmente dal giorno di lettura della PEC, ai fini delle evenutali opposizioni, dunque, fa fede il giorno di ricezione.

Da ora in avanti, quindi, non saranno soltanto le società di persone e quelle di capitali a ricevere le cartelle esattoriali di Equitalia nella propria casella di posta elettronica certificata: anche chi ha una piccola ditta dovrà, da oggi in poi, controllare giornalmente le email in entrata.

La normativa vigente, del resto, prevede che le cartelle esattorali possono essere eseguite non solo con raccomandata a/r, ma anche con la PEC.

L’obbligo di dotarsi di una propria casella Pec ufficiale, infatti, è già stato esteso alle ditte individuali, oltre che alle società.

Il fatto, però, è che non tutti gli interessati hanno adempiuto a tale obbligo, anche per via dell’incertezza sulle sanzioni in caso di inottemperanza.

Come funziona la notifica delle cartelle esattoriali tramite PEC

La notifica delle cartelle esattoriali tramite PEC è equiparata in tutto e per tutto a una notifica eseguita secondo le modalità tradizionali: ad esempio,se la cartella esattoriale è stata correttamente trasmessa con pec da oltre 60 giorni la stessa non sarà più impugnabile davanti al giudice.

Da ciò ne deriva che non si potranno trovare scuse, come ad esempio la perdita della password o l’aver avuto problemi di connessione a Internet o l’aver trovato difficoltà tecniche ad accedere al proprio account, se si è ricevuta una notifica via Pec e non se ne è preso visione: i termini per l’opposizione decorreranno ugualmente, anche se il destinatario non ha voluto/potuto aprire l’email certificata.

Ricordiamo, dunque, di fare molta attenzione: non trascurate la vostra casella e-mail. Se avete dubbi sulla posta ricevuta fatela leggere subito al vostro commercialista o avvocato.

1 Settembre 2014 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica delle cartelle esattoriali – ad Equitalia l'onere probatorio sulla correttezza della notifica
Se il contribuente contesta la mancata notifica delle cartelle esattoriali, il concessionario della riscossione deve produrre in giudizio non solo le relate di notifica ma anche copia delle cartelle medesime. In giudizio Equitalia deve produrre copia della cartella esattoriale oltre alle relate di notifica Ciò è quanto emerso da alcune recenti sentenze della Commissione Tributaria Provinciale di Parma (Sent. CTP di Parma numero 39/01/10 e numero 40/01/10), secondo le quali il comportamento del concessionario - che nel caso di specie si era riservato di produrre solo le relate di notifica - viene ritenuto addirittura errato, "in quanto è noto che ...

Cartelle esattoriali - Vorrei eccepirne l'annullamento in quanto ho chiesto ad Equitalia le relate di notifica e non mi hanno risposto
Lo scorso anno Equitalia mi ha notificato cartelle esattoriali per un totale di 30 mila euro: nell'immediato non ho potuto far altro che pagare una parte di cartelle ed il resto rateizzare, pena il pignoramento del quinto dello stipendio. Successivamente ho inviato a equitalia ed alla agenzia delle entrate una raccomandata con la richiesta delle ricevute di relata notifica relativa alle due cartelle più sostanziose, una di 15 mila euro e l'altra di 10 mila. E' passato più di un anno e non ho avuto alcun riscontro, né da Equitalia, né da Agenzia delle entrate. Posso chiedere l'annullamento del debito ...

Termini di notifica delle cartelle esattoriali
I termini di notifica delle cartelle di pagamento, per la riscossione di imposte dirette e Iva, variano in relazione ai diversi tipi di controllo, come riportato nella tabella che segue. (*) o del quarto anno, in caso di liquidazione delle imposte sulle indennità di fine rapporto e sulle prestazioni in forma di capitale. Per il recupero delle somme erroneamente rimborsate (maggiorate degli interessi), invece, la relativa cartella di pagamento è notificata entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui è stato disposto il rimborso non spettante o, se il termine risulta più ampio, entro il 31 ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia » notifica cartelle esattoriali via pec anche a partite iva. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)