Indice del post falsi dirigenti agenzia delle entrate: ultima infelice mossa governo

Ricordate lo scandalo delle cartelle esattoriali firmate da falsi, ed illegittimi, dirigenti dell'Agenzia delle entrate? Sembra che il governo stia tentando, invano, di metterci una pezza sopra. Per l'Agenzia delle Entrate, e i suoi dirigenti, sta per cominciare un vero e proprio terremoto. Già, perché tutto è nato dal quel brutto pasticcio dei 1200 dirigenti dell'Agenzia delle Entrate dichiarati illegittimi dalla sentenza della Corte costituzionale del 17 marzo 2015. Secondo i giudici, chi ha ricevuto la promozione sul campo, senza meriti, con un decreto del 2012 avrebbe dovuto fare un concorso e così anche tutta l'attività fino a quel [ ... leggi tutto » ]

Facciamo un tuffo nel passato cercando di spiegare da dove comincia questa brutta storia dei dirigenti illegittimi dell'agenzia delle entrate. Tutto inizia più o meno dieci anni fa, a seguito di una riorganizzazione interna delle qualifiche, che ha comportato, presso gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate, una carenza di dirigenti: figure necessarie, tra l’altro, per firmare gli accertamenti fiscali. E cosi', senza bandire alcun pubblico concorso, i vertici dell’Amministrazione finanziaria hanno deciso di elevare, a tale ruolo, ben 767 funzionari. Insomma, una promozione in carriera, ma senza i criteri di trasparenza imposti dalla Costituzione, secondo cui, invece, agli impieghi [ ... leggi tutto » ]

Per chi non lo sapesse, una recente sentenza della Corte Costituzionale ha ribaltato le norme salva cartelle esattoriali e dichiarato illegittimi i dirigenti dell'Agenzia delle Entrate. Come sancito dalla Corte Costituzionale con sentenza 37/2015, i dirigenti dell’Agenzia delle Entrate che hanno rivestito il ruolo di dirigenti di fiducia presso l’Amministrazione finanziaria, non perché avessero vinto il concorso ma solo per coprire dei posti vacanti per un certo periodo di tempo, sono tutti fasulli. Come ampiamente chiarito, ma vale la pena di ribadirlo, il decreto legge del 2012 aveva tentato di porre rimedio alle cariche temporanee dei falsi dirigenti, prorogando [ ... leggi tutto » ]

La sentenza della Commissione tributaria della Lombardia getta ulteriori ombre sulla questione dei dirigenti illegittimi dell’Agenzia delle Entrate. La sentenza della Commissione Tributaria Provinciale della Lombardia numero 2842/15 del 22 giugno 2015 ribadisce che gli accertamenti fiscali firmati, o anche soltanto rilasciati su delega, da uno dei dirigenti illegittimi sono nulli. E, cosa ancora più importante, la loro nullità può essere stabilita anche d’ufficio. Inoltre la Commissione tributaria ha presentato un esposto alla Corte dei Conti perché, in questo pasticcio dell’Agenzia delle Entrate, vi sono i presupposti per il danno erariale. In parole povere, l’Agenzia dovrebbe risarcire i cittadini [ ... leggi tutto » ]

Ultimo intervento giurisprudenziale in ordine cronologico, sulla storia dei dirigenti fasulli dell'Agenzia delle Entrate, è quello della Corte di Giustizia Europea. Per la Corte di Giustizia, il contribuente non deve allegare alcuna prova quando contesta vizi di forma come la mancanza di poteri del dirigente che ha firmato l’accertamento fiscale: spetta all'Agenzia delle Entrate la prova contraria. Questa la decisione dei Giudici di Lussemburgo che si evince dalle sentenze C-129/13 e 130/13. Accertamenti fiscali nulli perché firmati da falsi dirigenti dell’Agenzia delle Entrate: sono parole che fanno tremare la terra, quelle che escono dalla Corte di Giustizia Europea che [ ... leggi tutto » ]

Ci siamo, il governo corre ai ripari: ecco l'ultimo disperato tentativo di arginare il maremoto scaturito dallo scandalo dei falsi dirigenti dell'Agenzia delle Entrate. Il governo ha deciso che per risolvere il problema aperto dalla sentenza che ha fatto decadere 800 funzionari dal ruolo dirigenziale sarà bandita una selezione per esami. E secondo il sottosegretario Zanetti l'iter richiederà almeno un anno. Intanto i loro atti sono illegittimi. E, come ampiamente documentato, sui dirigenti dell’Agenzia delle Entrate dichiarati illegittimi dalla Consulta pende anche la spada di Damocle di un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale. Così, il governo [ ... leggi tutto » ]

10 luglio 2015 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Spunti di discussione dal forum

Cartella Equitalia e dirigenti illegittimi
Ho ricevuto alcune cartelle Equitalia nel 2012: l'importo era troppo elevato per sostenere una rateazione, anche perché Equitalia permette solo la rateazione totale del debito e non quella parziale. Pertanto, queste cartelle in particolare non sono state pagate. Mi fu consigliato di versare una somma a forfait per abbassare il…
Notifica cartella pagamento ma avviso bonario e/o avviso di accertamento mai ricevuti
Ho ricevuto una cartella pagamento per accertamento ex articolo 36-ter DPR 600/73 dovuto a un credito di imposta registro prima casa portato in dichiarazione redditi 2012 (redditi 2011). Non ho mai ricevuto (almeno non ne sono a conoscenza) un avviso bonario né un avviso di accertamento da parte della Agenzia…
Cartelle esattoriali – Vorrei eccepirne l’annullamento in quanto ho chiesto ad Equitalia le relate di notifica e non mi hanno risposto
Lo scorso anno Equitalia mi ha notificato cartelle esattoriali per un totale di 30 mila euro: nell'immediato non ho potuto far altro che pagare una parte di cartelle ed il resto rateizzare, pena il pignoramento del quinto dello stipendio. Successivamente ho inviato a equitalia ed alla agenzia delle entrate una…
Rimborso dell’Agenzia delle entrate bloccato da Equitalia
Mio padre deve ricevere un rimborso dall'Agenzia delle entrate riferito al 2012 di circa 2 mila e 400 euro: Equitalia ha bloccato questo rimborso chiedendone la compensazione. Mio padre ha negato il consenso alla compensazione ed ha chiesto ed ottenuto la rateazione da Equitalia. Nonostante tutto questo il rimborso rimane…
Notifica all’estero di un avviso di accertamento – Quali le procedure?
Sono residente in Messico e regolarmente iscritto all'AIRE: l'Agenzia delle entrate ha provato a notificarmi un avviso di accertamento all'indirizzo italiano e il messo comunale ha rispedito il tutto indietro comunicando che sono residente all'estero. Successivamente l'agenzia ha inviato una raccomandata AR all'indirizzo estero ma non mi hanno trovato perché…

Link a ritroso

Stai leggendo Indice del post Falsi dirigenti Agenzia delle Entrate: ultima infelice mossa Governo Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 10 luglio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 16 dicembre 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica .

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca