Indice del post energia: debranding tra mercato libero e servizio di maggior tutela

Nell'ambito del mercato dell'Energia, a tutela del consumatore, deve sussistere l'obbligo di separazione del marchio tra distributori e venditori della stessa società. L'Autorità per l'energia e il gas (Aeeg) ha emanato una delibera che fissa gli obblighi di separazione funzionale per il gas e l'elettricità. In sostanza, entro il 2017 chi vende energia per il mercato tutelato. ed e' parte di un medesimo gruppo societario, dovrà avere un marchio diverso, cosi' come diverse dovranno essere le comunicazioni/informazioni e i canali commerciali. Cosa [ ... leggi tutto » ]

Prima di chiarire la questione riguardante la delibera dell'Aeeg, chiariamo al lettore cosa si intende per mercato libero dell'energia. Secondo quanto previsto dall'Unione europea, da alcuni anni in Italia, come nel resto dei Paesi del continente, ogni consumatore domestico può liberamente decidere da quale venditore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le necessità della propria abitazione. Chi esercita questo diritto entra nel cosiddetto mercato libero, dove è il cliente a decidere quale venditore o tipo di contratto scegliere e quando eventualmente cambiarli selezionando un'offerta che ritiene più interessante e conveniente. Si tratta di una scelta [ ... leggi tutto » ]

Prima di chiarire la questione riguardante la delibera dell'Aeeg, chiariamo al lettore cosa si intende per mercato tutelato, o servizio di maggior tutela, dell'energia. Il servizio di maggior tutela è il regime tariffario stabilito dall'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas (AEEG). Con la completa liberalizzazione del mercato dell'energia (2007), come accennato nel paragrafo precedente, il consumatore può scegliere il fornitore di energia elettrica o di gas che preferisce. Tuttavia egli può decidere di non scegliere un offerta del mercato libero e continuare il rapporto di fornitura di energia elettrica o gas alle condizioni interamente regolate. Dunque, per quanto riguarda [ ... leggi tutto » ]

Vi presentiamo il documento, emanato dall'Aeeg, che, con lo stesso, ha deciso di regolare la distinzione dei marchi tra mercato libero e tutelato dell'Energia. Per rimuovere ogni rischio di confusione, promuovendo trasparenza e concorrenza, il distributore e i venditori integrati in uno stesso gruppo societario - elettrico o gas - non potranno più utilizzare lo stesso marchio, dovranno separare le politiche di comunicazione ed utilizzare canali e spazi commerciali ben distinti; le stesse regole valgono anche per il venditore integrato che nell'elettricità opera sia nel mercato libero che nella tutela. Lo ha deciso l'Autorità per l'energia con la delibera [ ... leggi tutto » ]

Vi spieghiamo, in termini semplici, cosa vuole evitare l'Aeeg con la recente delibera sul mercato dell'Energia e quali saranno gli effetti per i consumatori. Come chiarito nei precedenti capitoli, L'Autorità per l'energia elettrica ed il gas, Aeeg, ha emanato una delibera che fissa gli obblighi di separazione funzionale per il gas e l'elettricità. Praticamente, entro l'anno 2017 chi vende energia per il mercato tutelato, ed e' parte di un medesimo gruppo societariio, dovrà avere un marchio diverso, cosi' come diverse dovranno essere le comunicazioni/informazioni e i canali commerciali. La direttiva europea a cui questa delibera da' attuazione era diventata [ ... leggi tutto » ]

16 luglio 2015 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

I diritti del consumatore - il mercato libero dell'energia
Secondo quanto previsto dall'Unione europea, da alcuni anni in Italia, come nel resto dei Paesi del continente, ogni consumatore domestico può liberamente decidere da quale venditore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le necessità della propria abitazione. Chi esercita questo diritto entra nel cosiddetto "mercato libero", ...
Fatturazione e bolletta energia elettrica » Nel 2018 passaggio obbligato al mercato libero: addio servizio di maggior tutela
Per quanto riguarda la fatturazione in bolletta dell'energia elettrica si andrà al passaggio obbligato al mercato libero dal 2018: scopriamo, essenzialmente, cosa cambia per l'utente/consumatore. Avete capito bene: a partire dal 2018 non ci saranno più i contratti di maggior tutela nel settore energia elettrica e gas, ovvero quei contratti ...
Rateizzazione bollette gas e luce e messa in mora clienti morosi - nuove regole
L'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico (AEEG) ha previsto, con una delibera approvata nei primi giorni di giugno 2015, la possibilità di richiedere la rateizzazione delle bollette di elettricità e gas anche dopo la scadenza di pagamento, con un allungamento dei tempi a disposizione, e il ...
Tutela del consumatore - attività antitrust nel settore della fornitura di energia elettrica e gas
Nel settore energetico (fornitura di energia elettrica e gas), le istruttorie chiuse nel 2012 in materia di tutela del consumatore si sono concentrate sul fenomeno delle cosiddette attivazioni di forniture non richieste e su quello delle offerte di tariffe scontate. Sono state concluse due istruttorie nei confronti delle società Eni ...
La bolletta del gas spiegata » Il mercato libero dell'energia
Il consumatore può liberamente decidere da quale fornitore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le esigenze della propria abitazione: chi esercita questo diritto entra nel cosiddetto "mercato libero", dove è il cliente a decidere quale venditore o tipo di contratto scegliere e quando eventualmente cambiarli selezionando ...

Spunti di discussione dal forum

Cmor – Corrispettivo di MORosità per le forniture di energia elettrica
Ho letto che, in base ad una sentenza del TAR Lombardia risalente al 2013, il Cmor non sarebbe stato più indicato in fattura ma io lo ritrovo in bolletta Enel. Il problema è che Edison (fornitore precedente di Energia Elettrica) richiede quanto devo loro anche per conto proprio con continue…
Un vecchio fornitore di energia elettrica mi scrive per email che domani resterò senza corrente
Ieri ho ricevuto un email da un mio vecchio fornitore di corrente elettrica dove mi informa che visto che non ho risposto ad una loro lettera dove mi intimavano di pagare una bolletta oramai scaduta da aprile, se non pagherò detto importo entro domani alle ore 13 provvederanno al distacco.…
Distacco energia con avviso mai ricevuto
Ho subito il distacco dell'energia elettrica in data 10/12/2014: ho contattato il fornitore (ENEL) e dopo aver ricevuto i dati ho subito effettuato il pagamento (90,12 €). La scadenza della bolletta era il 24/10/2014. Mai ricevuta. L'operatore mi ha comunicato che in data 11/11/2014 è stata inviata una raccomandata presso…
Distacco per morosita’ della fornitura gas
Mi trovo a scrivervi per chiedervi un aiuto in merito al distacco della fornitura gas presso la mia abitazione in quanto morosa di alcune bollette, ad oggi 1 giugno sono 3 mesi che non ho gas a casa. Ho chiesto all'ufficio dell'Aemme Energia se c'era un modo per dilazionare e…
Morosità non colpevole di bollette relative alla fornitura di energia elettrica
Lo zio intestatario del vecchio contratto Enel è morto lasciando delle bollette scoperte: io, la nipote, non erede, ho fatto un nuovo contratto con Eni che non mi vuole far partire l'erogazione finché non sistemo la morosità con Enel che è proprietaria dei contatori e fanno ostruzionismo al mio nuovo…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post energia: debranding tra mercato libero e servizio di maggior tutela. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Energia: debranding tra mercato libero e servizio di maggior tutela Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 16 luglio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 16 luglio 2015 Classificato nella categoria tutela consumatori - acqua luce e gas Inserito nella sezione tutela consumatori.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca