Nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE - La convivenza anagrafica

isee

isee

In pratica, per poter costituire un nucleo familiare a sè stante, valido nel computo ISEE, è necessario non essere in coabitazione.

Quando si trasferisce la propria residenza in coabitazione con altri, per poter costituire un nucleo familiare a sè stante bisogna  dichiarare esplicitamente all'ufficiale di anagrafe che la convivenza è regolata da uno dei motivi seguenti (articolo 5 del DPR. 30 maggio 1989, numero 223):

  1. religiosi
  2. di cura
  3. di assistenza
  4. militari
  5. di pena e simili

oppure dichiarare che la convivenza è motivata da:

  1. rapporti occasionali (brevi coabitazioni con spirito di ospitalità);
  2. rapporti che danno origine ad un obbligo giuridico di fonte contrattuale (es. collaborazione familiare).

In tutti i casi, valgono le seguenti  eccezioni:

  1. Un coniugato,  ai fini ISEE, forma sempre un nucleo familiare con il coniuge, anche se non convive con il coniuge;
  2. Un soggetto A che ha un reddito inferiore o uguale a 2840.5 euro forma sempre, ai fini ISEE, un nucleo familiare con il genitore (anche non convivente)  che produce un reddito superiore a 2840.5 euro.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca