Dopo quanti anni va in prescrizione una cartella esattoriale?

Per quanto tempo dobbiamo conservare i bollettini documenti pagati? E dopo quanti anni va in prescrizione una cartella esattoriale?

Mi rispondete? Grazie

Marisa da Belluno

I tempi di conservazione della documentazione relativa ai pagamenti effettuati in autoliquidazione sono differenziati in funzione della tipologia di tributo (ad esempio, per le tasse automobilistiche il termine è di tre anni). Nello stesso modo, è diverso da tributo a tributo il termine di prescrizione o di decadenza del diritto di credito fatto valere con la cartella di pagamento.

Per fare una domanda  sui termini di decadenza e prescrizione dei debiti e dei crediti e su tutti gli argomenti correlati all’articolo, clicca qui.

19 Ottobre 2008 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prescrizione quinquennale e prescrizione decennale della cartella esattoriale
Per la cartella esattoriale può intervenire una prescrizione quinquennale (prescrizione breve) ed una decennale (prescrizione lunga). La Corte di Cassazione ha avuto modo di rilevare che la cartella di pagamento è un atto amministrativo che risulta privo dell'attitudine a modificare il termine di prescrizione  con la conseguenza che il precedente termine prescrizionale di cinque anni ricomincia nuovamente a decorrere dalla notifica della cartella (sentenza della Corte di Cassazione numero 12263 del 25/05/2007). Una eccezione è però rappresentata dalla cartella esattoriale emessa per la riscossione dei crediti  erariali. Secondo la Cassazione, infatti, i crediti erariali non possono considerarsi “prestazioni periodiche”, in ...

Cartella esattoriale originata da multa » La prescrizione è di 5 anni
La cartella esattoriale originata da una multa per trasgressione al codice della strada è prescrivile entro cinque anni e non in dieci. La cartella, infatti, ha il ruolo di mettere in mora il debitore e interrompere la prescrizione, vale cioè come un mero atto di precetto ed è assimilabile ad un'ingiunzione di pagamento ma non certo ad un atto giudiziario, con la conseguenza che non può trovare applicazione il termine di prescrizione decennale previsto dall'articolo 2953 del codice civile Si sottolinea, inoltre, che il termine quinquennale di prescrizione della cartella esattoriale decorre dal giorno della sua notifica. In caso di ...

Prescrizione della cartella esattoriale - esempi utili al consumatore
Il termine di prescrizione della cartella esattoriale è diverso a seconda del tipo di tributo oggetto dell'iscrizione a ruolo Come sappiamo, la cartella esattoriale è il mezzo con il quale i concessionari riscuotono, come intermediari, cifre relative a tasse, tributi, sanzioni etc. dovute allo Stato e ad enti pubblici, previdenziali e/o assicurativi. Per tale motivo non si può dire che esista un termine di prescrizione proprio della cartella. Il termine di prescrizione esiste, ma è diverso a seconda del tipo di tributo oggetto dell'iscrizione a ruolo. In linea generale si può affermare che il termine di prescrizione della cartella (ovvero ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dopo quanti anni va in prescrizione una cartella esattoriale?. Clicca qui.

Stai leggendo Dopo quanti anni va in prescrizione una cartella esattoriale? Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 19 Ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Maggio 2017 Classificato nella categoria debiti prescrizione e decadenza - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • strabardo 13 Marzo 2013 at 14:21

    salve
    ho bisogno di un’informazione
    ho ricevuto una cartella esattoriale per un’errore nella compilazione del modello unico
    (secondo loro manca una voce nell’imponibile).
    Questa cartella si riferisce a 5 anni fa?Non c’e’ la prescrizione?grazie

    • Simone di Saintjust 13 Marzo 2013 at 16:21

      Per le imposte sul reddito, gli avvisi di accertamento o le comunicazioni di irregolarità devono essere notificate entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione. Quindi entro il 31.12.2013 devono essere notificati gli atti concernenti il periodo d’imposta 2008, vale a dire le comunicazioni di irregolarità relative a dichiarazioni dei redditi presentate nel 2009.

      Se però le è stata notificata una cartella esattoriale, ciò starebbe a dimostrare che la comunicazione di irregolarità le è stata trasmessa e lei non ha provveduto a contestarla ed a pagare quanto richiesto.

      Se ritiene di non aver ricevuto alcunché prima della cartella esattoriale, può chiedere all’Agenzia delle entrate, competente per territorio, la relata di notifica della comunicazione di irregolarità ed eventualmente procedere ad impugnare la cartella esattoriale per omessa o viziata notifica dell’atto presupposto.

  • chichemevolmal 13 Agosto 2012 at 17:54

    ho ricevuto oggi (13/08/2012) la notifica per il pagamento del bollo auto relativo al 2007 (che dicono non effettuato). Io non ho la ricevuta, posso fare ricorso appellandomi alla prescrizione?
    Sono residente in provincia di Gorizia, che fa parte di una regione a statuto speciale

    • Ludmilla Karadzic 13 Agosto 2012 at 18:18

      In questo modo rischia di perdere il ricorso prima di presentarlo. Per poter eccepire la prescrizione deve conoscere la data della penultima comunicazione notificatale per la richiesta del pagamento del bollo auto. A tale scopo può recarsi negli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate e richiedere accesso agli atti precedenti che afferiscono la pretesa che oggi le è stata notificata.

  • Calogero 17 Settembre 2009 at 09:31

    Attenzione! se il postino non ti trova a casa e lascia la cartolina per il ritiro presso la Posta, questi chiedono il pagamento di 50 cent.- per darti il regalo di Equitalia, la busta non contiene il verbale della multa, che può essere ritirato presso l’ufficio messi del Comune di residenza. La cartella di riscossione di multe rilevate più di cinque anni fa, riportano la dicitura che la verbalizzazione del documento non è avvenuto a causa del mancato ritiro del documento presso l’ufficio postale.
    Tutto ciò è falso, il verbale non è stato recapitato forse, perche non è stato mai spedito.
    Chissa, quanto tempo dobbiamo ancora aspettare per diventare un paese civile? m’illudevo quando pensavo, che con l’entrata in Europa, molte cose sarebbero andate meglio.
    Calogero