Trascrizione donazione prima del pignoramento » Beni sono intoccabili

Trascrizione della donazione effettuata prima di quella del pignoramento » I beni del debitore sono intoccabili

In caso di trascrizione della donazione precedente a quella del pignoramento, il debitore che ha salvato il proprio patrimonio immobiliare non risponde di alcun reato nei confronti del creditore.

Secondo la normativa vigente, i beni sottoposti a pignoramento, di regola, non possono essere toccati dal debitore. Non possono essere venduti, donati, distrutti o utilizzati, se non commettendo il reato di mancata esecuzione di un provvedimento del giudice.

Ma c'è un'eccezione. Infatti, solo nel caso di beni immobili, se il debitore cede in donazione il proprio bene pignorato e ciò viene trascritto immediatamente nei registri immobiliari, ovvero ancora prima della trascrizione del pignoramento, sebbene quest’ultimo sia stato già notificato dal creditore al debitore, non si configura alcun reato.

Questo principio è stato chiarito dalla Corte di Cassazione con sentenza 38099/09.

Ma vediamo di capire meglio questo aspetto.

Effettuare la trascrizione della donazione prima che il creditori effettui quella del pignoramento

In parole povere, si tratta di una vera e propria gara di velocità.

Tutto il meccanismo si concentra su chi fa il primo passo, trascrivendo il proprio atto: se il debitore, effettuando la trascrizione della donazione o la vendita dell'immobile, o il creditore, effettuando la trascrizione del pignoramento immobiliare.

Ciò perché, come accennato, se il creditore ha già notificato il pignoramento, ma lo trascrive solo in un momento successivo alla trascrizione del debitore della donazione dell'immobile, per quest'ultimo non si configura alcun reato.

Praticamente, è più facile, in questo modo, per gli indebitati salvare il patrimonio di famiglia. Non è infatti reato effettuare la donazione dei beni pignorati se la trascrizione di tale donazione è avvenuta prima di quella del pignoramento.

In bocca al lupo.

3 aprile 2014 · Giorgio Valli


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Non integra reato lo scioglimento di una pregressa donazione a favore del debitore dopo la notifica ma prima della trascrizione del pignoramento
Non integra il reato di sottrazione di cose sot­toposte a pignoramento la donazione di un bene immobile effettuata dal debitore dopo la notifica, ma prima della trascrizione dell'atto di pignoramento, a causa della funzione costitutiva che la trascrizione assume nel dar vita al vincolo d'indisponibilità relativa a favore dei creditore ...
Donazione di immobile a parenti o amici per evitare il pignoramento » Quando è possibile e quando diventa reato
Effettuare la donazione del proprio immobile ad amici e parenti, per sfuggire al pignoramento, è in alcuni casi, un opzione valida, mentre in altri, è configurabile come reato: facciamo chiarezza sulla questione. E' possibile effettuare la donazione della propria casa per sfuggire al pignoramento? Se un contribuente si sottrae dal ...
Cosa può accadere quando il creditore procedente commette un errore nella nota di trascrizione del pignoramento dell' immobile di proprietà del debitore
Protagonisti della vicenda: il debitore sottoposto ad esecuzione, proprietario di un immobile pignorato; il terzo (una coppia di coniugi in regime di comunione) che acquista l'immobile due giorni dopo la trascrizione del pignoramento; il creditore procedente che trascrive nota di pignoramento del bene non a proprio favore, ma a favore ...
Nuovo pignoramento a rettifica del precedente - Nessuna efficacia nei confronti del terzo che nel frattempo ha acquistato l'immobile
Cosa accade se il creditore indica erroneamente, nell'atto di pignoramento notificato al debitore e nella nota di trascrizione, i dati identificativi dell'immobile pignorato e successivamente, su invito del giudice dell'esecuzione procede a regolarizzare la trascrizione, ma nel frattempo il debitore aliena l'immobile? A parere dei giudici della Corte di cassazione ...
Atti di donazione a rischio senza necessità di azione revocatoria » Gli effetti della riforma della giustizia a più di due mesi dall'approvazione
A più di due mesi dall'approvazione della riforma della giustizia, il Dl 83 del 27 Giugno 2015, che ha significativamente facilitato l'azione esecutiva del creditore, vediamo quali sono stati gli effetti più eloquenti in materia di atti di donazione. Come noto, a causa alla legge 83/2015 è stato sconvolto il ...

Spunti di discussione dal forum

Pignoramento di un immobile donato
Un mio creditore può pignorare la casa di mia moglie acquisita mediante donazione da parte del padre quando eravamo sposati in regime di comunione dei beni? Faccio presente che nell'atto di donazione non si fa alcun riferimento alla volontà che la casa entri a fare parte della comunione. In poche…
Acquisto all’asta di casa già assegnata
Sarei interessato ad acquistare un immobile a un’asta giudiziaria. La trascrizione del pignoramento è datata luglio 2008, mentre nell’ottobre 2008 il tribunale ha assegnato l’immobile alla comproprietaria e alla figlia. La trascrizione dell’assegnazione è datata giugno 2009. La mia domanda è semplice: se acquisto l’immobile all’asta, ne acquisto anche l’usufrutto…
Ipoteca giudiziale su immobile
Una zia compra un immobile che, due anni dopo, dona al nipote. Successivamente all'avvenuta donazione, si viene a conoscenza, in maniera informale, che pochi giorni dopo la stipula del contratto pubblico di compravendita sottoscritto dalla zia, al venditore veniva notificato un atto di iscrizione di ipoteca giudiziale. La trascrizione dell'ipoteca…
Sentenza civile a sfavore e pignoramento – Una donazione può salvare i miei immobili?
Sono in attesa, l'esito è praticamente scontato, di una sentenza civile negativa: il problema è che vorrei salvare i miei immobili (casa di abitazione e un’altra villetta) senza incorrere in un azione revocatoria. Vorrei sapere se è più conveniente effettuare una donazione a mia figlia, che è in procinto di…
Donazione di una quota di proprietà per evitare pignoramento immobile
Mio marito ha un debito per risarcimento danni con un privato di 20 mila euro, ma non può pagare il suo debito in quanto non dispone di denaro. La casa è intestata al 50% e abbiamo la separazione dei beni. Il creditore non ha ancora fatto nulla per avere il…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su trascrizione donazione prima del pignoramento » beni sono intoccabili. Clicca qui.

Stai leggendo Trascrizione donazione prima del pignoramento » Beni sono intoccabili Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 3 aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 24 ottobre 2017 Classificato nella categoria donazioni e comodati Inserito nella sezione pignoramento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • gemma 24 marzo 2015 at 08:35

    Gent.ma Dott.ssa Ferri, grazie per la tempestiva risposta. Posso chiederle se la vendita al fidanzato di mia figlia possa risultare sicura o se al contrario anche lui sia un affine e quindi possa essere soggetto ad azione revocatoria?
    Grazie

    • Annapaola Ferri 24 marzo 2015 at 08:40

      Prima di un eventuale matrimonio il fidanzato di sua figlia non è nessuno. Al limite, potrà sempre dire che si sono conosciuti dal notaio …

  • gemma 24 marzo 2015 at 07:11

    Salve, in attesa di una sentenza civile probabilmente negativa come posso salvare i miei immobili ( casa di abitazione e un’ altra casa) senza incorrere in un azione revocatoria? Meglio donazione ai figli o vendita a soggetti terzi?
    E’ vero che devono trascorrere almeno 5 anni per essere tranquilli?
    Grazie

    • Annapaola Ferri 24 marzo 2015 at 07:29

      Con la donazione presta il fianco ad una azione revocatoria del creditore dall’esito scontato, esperibile nei cinque anni che decorrono dalla formalizzazione dell’atto. Per evitarla, l’unica soluzione è vendere gli immobili a prezzo di mercato, con passaggio di denaro da acquirente a venditore tracciabile, ed a soggetti terzi (esclusi parenti o affini).

      Il terzo acquirente può contribuire a rendere inammissibile la revocatoria della transazione se l’immobile acquisito viene destinato ad abitazione principale (se cioè vi elegge la residenza lui e/o il coniuge e/o i figli).

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Forum

Domande