Effettuare la trascrizione della donazione prima che il creditori effettui quella del pignoramento

In parole povere, si tratta di una vera e propria gara di velocità.

Tutto il meccanismo si concentra su chi fa il primo passo, trascrivendo il proprio atto: se il debitore, effettuando la trascrizione della donazione o la vendita dell'immobile, o il creditore, effettuando la trascrizione del pignoramento immobiliare.

Ciò perché, come accennato, se il creditore ha già notificato il pignoramento, ma lo trascrive solo in un momento successivo alla trascrizione del debitore della donazione dell'immobile, per quest'ultimo non si configura alcun reato.

Praticamente, è più facile, in questo modo, per gli indebitati salvare il patrimonio di famiglia. Non è infatti reato effettuare la donazione dei beni pignorati se la trascrizione di tale donazione è avvenuta prima di quella del pignoramento.

In bocca al lupo.

3 aprile 2014 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca