Whatsapp e nuove truffe - Attenzione a Voicemail e videochiamate

A mia sorella sono entrati nel cellulare e hanno rubato i dati della carta di credito grazie ad un virus su Whatasapp attivato tramite una semplice videochiamata: almeno così mi ha spiegato lei.

E' possibile una cosa del genere?

Come difendersi?

Negli ultimi giorni, grazie ad alcuni interventi, sia della Polizia Postale sia di alcuni informatici, sono venute alla luce nuove truffe attivate ai danni dei consumatori attraverso l'app di messagistica Whatsapp.

Nel primo caso si farebbe riferimento ad una falla nella procedura di autenticazione dell'app che chiama in causa la segreteria telefonica VoiceMail offerta dagli operatori telefonici mobili.

In pratica, gli hacker installano WhatsApp sul proprio telefono, inserendo il numero della vittima, ed avviano la procedura di registrazione che, come noto, prevede la ricezione d'un SMS con relativo codice, e poi, in caso di mancato inserimento, la ricezione del medesimo codice via telefonata richiesta.

Ebbene, avviando questo tran-tran di notte, quando la vittima dorme, si è sicuri che il messaggio di WhatsApp venga lasciato nella segreteria telefonica VoiceMail, che scatta in seguito alla mancata risposta dell'utente.

A questo punto, l'hacker non dovrà far altro che chiamare il numero unico fornito da quel dato operatore per tale servizio, ed inserire un codice di accesso spesso rinvenibile con una semplice ricerca sul web.

Ascoltato il messaggio, rinvenuto il codice, il criminale potrà registrarsi su WhatsApp col numero della vittima e, da quel momento, leggerne i contatti, i messaggi, visionarne gli allegati scambiati, etc: con ovvie ripercussioni su privacy e sicurezza personale.

Gli esperti informatici consigliano di correre ai ripari, attivando l'autenticazione a due fattori su WhatsApp.

Infine, un altro allarme riguarda un bug nel protocollo RTP, utilizzato per supportare le videocall, che permetteva agli hacker di prendere il controllo dell'app WhatsApp non appena la vittima avesse risposto ad una particolare videochiamata.

Dunque, occhio ad accettare videochiamate da contatto sconosciuti.

11 ottobre 2018 · Giorgio Martini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

phishing informatico e truffa
tutela consumatore - truffe

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Bollette gas e luce » Attenzione alle truffe che fanno scattare forniture non richieste
Nuovi metodi truffaldini per far si che, ignari, consumatori abbocchino all'amo e si facciano attivare, inconsapevolmente, forniture per l'energia elettrica ed il gas: qualche consiglio per tutelarsi. Si sa, i venditori porta a porta di forniture di Energia sono super impegnati, come sempre, ad estorcere firme con l'inganno o a ...
Bolletta del cellulare: strani addebiti? » Attenzione ai banner pubblicitari
Bolletta del cellulare troppo salata? Occhio ai banner pubblicitari Bolletta salata? E' bene segnalare alcune pratiche commerciali scorrette utilizzate da alcune compagnie di telefonia mobile. A volte, infatti, alcune offerte commerciali si attivano automaticamente al passaggio del dito sullo smartphone, e i costi della bolletta telefonica si impennano notevolmente. Le ...
Whooming gratuito vs chiamate anonime » Per saperne di più
Per scoprire il numero del chiamante nel caso di telefonate anonime, effettuate oscurando il numero telefonico, sino ad oggi l'unica possibilità era quella di richiedere al proprio operatore l'attivazione, concessa generalmente per brevi periodi di tempo, del cosiddetto servizio override. Tale servizio, poco conosciuto, può essere attivato su richiesta dell'utente ...
Rinuncia all'eredità – i creditori possono chiedere la revocatoria dell'atto di rinuncia
Salve, avrei da chiedere alcuni chiarimenti. Circa un mese fa è venuto a mancare mio padre, lasciando oltre a dei depositi bancari anche una casa con un ettaro di terreno circostante. I depositi bancari sono intestati a lui e a mia madre, mentre la casa ed il terreno sono intestati ...
Multa per guida con il telefono cellulare » Anche al medico: non sussiste lo stato di necessità
Multa per guida con telefono cellulare: anche l'urgenza non ne giustifica l'uso. Neanche le urgenze scusano l'utilizzo del cellulare al volante: lo stato di necessità può essere invocato solo in caso di effettiva situazione di pericolo imminente di danno grave alla persona, non altrimenti evitabile, ovvero l'avere agito in esecuzione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca