Vorrei ritirare la mia pensione in contanti - Come fare se gli ex postini mi negano questa possibilità adducendo che con la tredicesima mensilità l'importo da pagare supera i mille euro?

La mia pensione si aggira sui 660 euro, vorrei ritirare il denaro ogni mese in Posta, senza aprire un libretto postale nè un conto corrente.

Ho richiesto in molte Poste anche in diverse città italiane ed ho avuto la stessa risposta negativa adducendo il fatto che a dicembre, con la tredicesima mensilità l'importo da pagare supera i 1.000 euro.

Credevo che il contante in tutto il resto d'Italia fosse stato elevato a 3.000 euro.

Potete consigliarmi? Per miei problemi personali sarebbe una buona soluzione. In passato poi avevo il Libretto Postale ed ho subito un furto ed è stato veramente un problema. Ho dovuto aprire un conto corrente con urgenza perchè sarei rimasta senza pensione per un mese e oltre.

Nonostante la legge di stabilità 2016 (legge 208/2015) abbia elevato la soglia di utilizzo del denaro contante da mille a tremila euro, la stessa legge, con l'articolo 904, dispone che resta fermo per le pubbliche amministrazioni l'obbligo di procedere alle operazioni di pagamento degli emolumenti a qualsiasi titolo erogati (quindi anche a titolo di pensione, ndr) di importo superiore a mille euro, esclusivamente mediante l'utilizzo di strumenti telematici (ai sensi dell'articolo 2, comma 4-ter, del decreto-legge 138/2011).

Tuttavia, come è possibile leggere nel messaggio 10885/2012 dell'INPS il comma 4-ter dell'articolo 3 della legge 44/2012 specifica che nell'individuazione dei pagamenti che superano la soglia dei 1.000 euro non devono essere presi in considerazione gli importi corrisposti a titolo di tredicesima mensilità. Per analogia, non sono soggetti alle suddette limitazioni all'uso del contante i pagamenti delle pensioni che hanno un importo ordinariamente inferiore a 1.000 euro, anche nei casi in cui per singole rate sia superata la suddetta soglia per la concomitanza del pagamento di arretrati pensionistici, conguagli fiscali e somma aggiuntiva (cd. “quattordicesima”).

Quindi, se l'importo mensile ordinario della pensione è inferiore a mille euro non sono soggetti alle limitazioni all'uso del contanti i pagamenti superiori a mille euro, qualora risultino comprensivi di eventuali importi erogati a titolo di tredicesima mensilità o corrisposti a titolo di arretrati, conguagli fiscali e somme aggiuntive.

Potrebbe far leggere il documento linkato agli zelanti impiegati di Poste Italiane che le negano il pagamento in contanti della pensione mensile inferiore ai mille euro adducendo il fatto che a dicembre, con la tredicesima mensilità l'importo da pagare supera i mille euro.

21 febbraio 2017 · Ludmilla Karadzic

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca