Perdere la casa per i debiti

SINTESI DELLA MIA SITUAZIONE:
- Componenti famiglia (Io, mia moglie e 3 figli)
- Sempre stati ottimi pagatori fino
- Settembre 2007 (inizio guai giudiziari)
- DEBITI MIEI = (un 15.000 ed un 30.000) “365 euro e 729 euro al mese di rata” in finanziarie perchè le banche facevano troppi problemi
- Euro 1600,00 mio stipendio (adesso zero) perdita lavoro..
- DEBITI MIA MOGLIE = Circa 10.000 euro (carte revolving-aura ecc. + mora
- Euro 700,00 stipendio di mia moglie con cui si deve tirare avanti la “baracca” pagando nel frattempo avvocati, far studiare i figli e mantenere anche me ((ATTUALMENTE IN DETENZIONE DOMICILIARE))…
______________

1- Ecco la mia prima domanda o richiesta di un consiglio;
cosa posso fare nell'immediato e cosa posso fare non appena sarò a piede libero (marzo 2011) oltre all'idea di mollare tutto in italia e andarmene in un altro paese…

2- Sono proprietario dell'alloggio in cui vivo. Come evitare che mi pignorino la casa e la vendino all'asta?

La soluzione è vendere la casa prima che i creditori vi iscrivino ipoteca.

In ogni caso, i soldi derivanti dalla compravendita dovrà aver cura di distribuirli sui conti correnti di parenti ed amici … di fiducia.

Una procedura meno avventurosa, più razionale e meno rischiosa prevederebbe invece di riscattare la casa, chiedere un mutuo di liquidità con la garanzia della casa di proprietà (magari prevedendo un piano di ammortamento di lungo periodo, il che comporta una rata mensile sostenibile) e con il finanziamento ottenuto pagare i debiti.

11 settembre 2011 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Giudice competente per il recupero giudiziale degli onorari dovuti all'avvocato
Secondo il codice di procedura civile, per l'ingiunzione finalizzata al rimborso dei crediti è competente il giudice di pace o, in composizione monocratica, il tribunale che sarebbe competente per la domanda proposta in via ordinaria. Se il credito riguarda onorari per prestazioni giudiziali o stragiudiziali o rimborso di spese fatte ...
Prescrizione delle parcelle dei professionisti
La prescrizione delle parcelle dei professionisti (notai, avvocati e commercialisti, etc.) è triennale (articolo 2956 e 2957 del codice civile). Il termine decorre, in generale, dalla prestazione. Per gli avvocati può decorrere dalla sentenza passata in giudicato, dall'accordo conciliativo o dalla revoca del mandato. Per gli altri professionisti la prescrizione ...
Assegnazione della casa familiare - è subordinata all'interesse della prole
In materia di separazione personale dei coniugi, l'assegnazione della casa familiare viene stabilita nell'interesse preminente dei figli L'articolo 155 quater del codice civile, introdotto dalla Legge numero 54/2006, stabilisce che "Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell'interesse dei figli". Il riferimento all'interesse dei figli conferma che ...
Al marito obbligato non basta corrispondere l'assegno di mantenimento - deve pagare anche le rate del mutuo della casa assegnata alla moglie separata
Il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare prevede la punibilità di chiunque faccia mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori o al coniuge, ancorché legalmente separato non per sua colpa. Tra i mezzi di sussistenza va ricompreso anche l'alloggio familiare, e quindi si rende responsabile del reato ...
Pignoramento dello stipendio o della pensione come consolidamento debiti
Vorrei illustrarvi la mia attuale situazione debitoria alquanto complessa: praticamente ho una cessione del quinto e un prestito delega sullo stipendio.   Poi in virtù di investimenti sbagliati e bisogni economici impellenti ho stipulato vari rid bancari. Di cui tre particolarmente onerosi. Riesco a pagare facendo i cosidetti salti mortali. ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca