Vorrei concedere un prestito ad un amico - Ma come tutelarmi da un eventuale omesso rimborso?

Dovrei concedere un prestito ad un amico, ho pensato se effettuando una scrittura privata autenticata sono tutelato in caso di mancata restituzione.

In caso di insolvenza posso richiedere pignoramento andando direttamente dall'ufficiale giudiziario? oppure devo chiedere garanzia tramite assegno o cambiale?

Solo la cambiale sottoscritta dal debitore a garanzia del prestito erogato, e protestata alla scadenza in caso di inadempimento, costituisce titolo con cui è possibile avviare azione esecutiva, senza l'obbligo di doversi rivolgere al giudice per ottenere un decreto ingiuntivo sulla base della scrittura privata.

In ogni caso, il suggerimento è sempre quello di limitarsi a prestare garanzia per facilitare l'erogazione del prestito attraverso i consueti canali (banche e finanziarie): in tal modo si risponde al dovere morale imposto dal rapporto di amicizia, si evita il coinvolgimento in attività che ci sono poco congeniali e si conserva la possibilità di rivalsa per l'importo che si è chiamati a rimborsare a fronte di un eventuale inadempimento dell'amico debitore.

5 ottobre 2016 · Annapaola Ferri

Altre discussioni simili nel forum

cambiali
cambiali – la cambiale tratta e il pagherò
debiti - garante

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca