Vorrei avviare un'attività di coltivatore diretto ma temo il pignoramento

Ho 34 anni e ho un debito con Equitalia e uno con una banca per un prestito che non sono più riuscita a pagare dopo aver perso il lavoro.

Mi piacerebbe iniziare un'attività come coltivatore diretto. Per fare questo dovrei ovviamente aprire una partita iva e vorrei sapere se possono rivalersi sull'attività. Tra gli scopi di iniziare un'attività autonoma c'è la volontà di pagare questi debiti oltre a quello di lucro.

Per quanto attiene il pignoramento delle “cose mobili” di proprietà del debitore, l'articolo 515 del codice di procedura civile prescrive che gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l'esercizio della professione, dell'arte o del mestiere del debitore possono essere pignorati nei limiti di un quinto, quando il presumibile valore di realizzo degli altri beni rinvenuti dall'ufficiale giudiziario o indicati dal debitore non appare sufficiente per la soddisfazione del credito.

Pertanto se, ad esempio, i creditori non riescono ad ottenere il rimborso del credito pignorando il conto corrente intestato alla ditta individuale, possono anche procedere con il pignoramento, nei limiti del 20% del loro valore commerciale, dei beni strumentali necessari all'esercizio dell'attività autonoma di coltivatore diretto.

7 marzo 2015 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Risarcimento danni da lucro cessante - Vanno considerati anche i redditi percepiti dal professionista in forma associata
Il codice civile (articolo 1223) prescrive che il risarcimento del danno deve comprendere anche l'eventuale perdita subita dal danneggiato a titolo di mancato guadagno (danno da lucro cessante). In tema di risarcimento del danno da lucro cessante conseguente ad un sinistro stradale, le dichiarazioni dei redditi hanno efficacia probatoria privilegiata. ...
Cattivi pagatori e protestati - come avviare una nuova attività commerciale al riparo dai pignoramenti
Come difendersi dai creditori L'indebitamento per colpa propria o per colpa di altri - ad esempio, clienti che non hanno pagato -  mette ai margini del mondo del commercio tutti gli imprenditori sfortunati.  In tempi più floridi quando si paga regolarmente tutti i fornitori ti cercano proponendoci affari e novità, ...
Risarcimento danni a causa di disservizi per il servizio internet » Le ipotesi per il consumatore
La compagnia erogatrice del servizio internet è obbligata al risarcimento danni del consumatore che, per il disservizio, abbia ricevuto un danno patrimoniale. La compagnia telefonica risarcisce l'imprenditore per lucro cessante, se questo è provato dal bilancio, causato da un disservizio sulla linea. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di ...
L'invalidità permanente non implica necessariamente una riduzione della capacità di guadagno
In caso di illecito lesivo dell'integrità psico fisica della persona, la riduzione della capacità lavorativa generica, quale potenziale attitudine all'attività lavorativa da parte di un soggetto che non svolge attività produttive di reddito è risarcibile quale danno biologico. Il danno biologico, infatti, ricomprende tutti gli effetti negativi del fatto lesivo ...
Rinuncia all'eredità – i creditori possono accettare l'eredità in nome e luogo del rinunciante debitore
Salve, siamo tre eredi che dovremmo accettare l'eredità dei nostri genitori deceduti. Mio fratello vorrebbe passarmi i suoi diritti dell'eredità, perchè lui era amministratore unico di una SRL, alla quale da poco è stata presentata una istanza di fallimento. Vorrei sapere se i suoi diritti all'eredità li posso accettare e ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca