Volo annullato per overbooking – Come ottengo risarcimento?

Questo fine settimana dovevo partire per Amsterdam con la mia ragazza: arrivato in aeroporto, però, mi è stato negato di prendere l’aereo. La spiegazione datami dagli inservienti è stata quella che non potevo prendere il volo a causa di “overbooking” e che sarei stato rimborsato, non si sa come, in seguito. Ma è possibile un tale sopruso? Posso denunciarli? Che cos’è poi, in parole povere, questo overbooking?

Quando parliamo di overbooking facciamo riferimento ad una pratica commerciale molto comune, adottata dalle compagnie aeree, che si può tradurre in italiano con il termine “sovraprenotazione”.

Essa consiste nel vendere più biglietti di quanti siano gli effettivi posti a disposizione.

Ciò comporta un più facile riempimento dei posti in fase di prenotazione ed un conseguente aumento dei guadagni.

Le compagnie possono permettersi questo rischio (calcolato) in quanto esiste la probabilità che alcuni passeggeri non si presentino al momento dell’imbarco, oppure annullino o cambino la loro prenotazione.

Ma ecco cosa succede se, come nel suo caso, tutti i passeggeri si presentano all’imbarco.

Il regolamento europeo tutela, anche se non completamente, l’utente dal disservizio dell’overbooking.

Il comunicato 261/04 del Parlamento europeo, infatti, stabilisce quali sono i diritti del passeggero nel caso in cui gli venga negato l’imbarco per overbooking o in caso di cancellazione del volo dovuta a responsabilità della compagnia aerea.

Ecco i diritti garantiti.

Risarcimento proporzionato alla distanza del volo perso e pari a:

  • 250 euro per tratte pari o inferiori a 1500 km;
  • 400 euro per tratte (all’interno dell’Unione Europea) superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte tra i 500 e i 3500 km;
  • 600 euro per tutte le altre.

Il risarcimento è sempre dovuto in caso di imbarco negato, mentre non è previsto qualora il volo sia stato cancellato per cause non adducibili alla compagnia o quet’ultima abbia comunque avvisato i passeggeri con un congruo anticipo.

Viene dimezzato quando la compagnia riesce a trovare un volo alternativo.

Il passeggero può scegliere tra:

  • Rimborso del biglietto aereo per la parte non effettuata;
  • Imbarco su un volo alternativo appena disponibile, oppure su altro volo in una data più conveniente per il passeggero. Si ha anche diritto ad un risarcimento se si venisse sistemati in un posto di classe inferiore.
  • Assistenza con pasti e bevande in base alla durata dell’attesa.
  • Sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti per il mancato imbarco.
  • Trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
  • Chiamate telefoniche o messaggi;

Il reclamo va presentato alla stessa compagnia aerea.

Nel caso in cui questa si rifiuti di ottemperare ai propri doveri, si può richiedere l’intervento dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC).

21 Settembre 2017 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Volo in ritardo e perdita della coincidenza - Posso ottenere risarcimento danni?
In data 18 Gennaio 2018 dovevo recarmi a Londra per il matrimonio di mio fratello, che ormai vive li da più di quindici anni or sono. Partendo da Palermo, ho dovuto fare scalo a Roma per prendere poi il volo che mi avrebbe portato nella Capitale inglese. Il volo Palermo-Roma, già partito con due ore di ritardo, è arrivato a Roma con ulteriori due ore, per, complessivamente, quattro ore di ritardo. Così, ho perso la coincidenza per Londra e ho dovuto prendere, a mie spese, l'aereo successivo. Sono arrivato al matrimonio a cerimonia avvenuta e con una grande rabbia. Vorrei ...

Overbooking: di cosa si tratta e come tutelarsi » Qualche dritta per il consumatore
Nelle ultime settimane, abbiamo spesso sentito parlare, a causa di alcuni accadimenti noti, del fenomeno dell'overbooking, adottato dalle compagnie aeree: vediamo di cosa si tratta e come tutelarsi. Quando parliamo di overbooking facciamo riferimento ad una pratica commerciale molto comune, adottata dalle compagnie aeree, che si può tradurre in italiano con il termine “sovraprenotazione”. Essa consiste nel vendere più biglietti di quanti siano gli effettivi posti a disposizione. Ciò comporta un più facile riempimento dei posti in fase di prenotazione ed un conseguente aumento dei guadagni. Le compagnie possono permettersi questo rischio (calcolato) in quanto esiste la probabilità che alcuni ...

Cancellazione volo e mancata assistenza a terra - Per il passeggero risarcimento minimo
Diversamente dal diritto del passeggero alla compensazione pecuniaria, l'obbligo di assistenza a terra in favore del passeggero, in caso di significativi ritardi o di cancellazione del volo, sussiste anche nel caso in cui il ritardo o la cancellazione siano dovuti ad eventi eccezionali non imputabili al vettore. La validità di tale affermazione trova riscontro nella giurisprudenza della Corte di Giustizia europea, che ha correttamente evidenziato come nei regolamenti vigenti non vi è alcuna disposizione che riconosca, una distinta categoria di eventi «particolarmente eccezionali, tali da liberare il vettore da tutti i suoi obblighi. La ricorrenza di circostanze eccezionali, come uno ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Volo annullato per overbooking – Come ottengo risarcimento?