Voglio bloccare il pagamento di un assegno ma la banca mi dice che non posso

In riferimento a questa discussione, stamattina mi sono recato in banca per bloccare un assegno con data 31/01/2018 e la direttrice mi ha detto che non è possibile bloccarlo, lo possono fare solo con denuncia di smarrimento. Il tizio l'assegno lo ha smarrito però non ha fatto ancora la denuncia ed io in fiducia ho ricoperto quell'assegno. Come mi devo comportare?

Nulla posso dire circa la banca con cui lei intrattiene il rapporto di conto corrente, nè cosa lei abbia chiesto e cosa le abbia risposto la direttrice a proposito della possibilità di bloccare il pagamento dell'assegno in questione.

Tuttavia, lei, in qualità di traente, secondo quanto dispone l'articolo 35 del Regio Decreto 1736/1933, ha tutto il diritto di ordinare alla banca di non pagare la somma portata dall'assegno indicato.

Non si tratta di una cortesia, ma di un ordine scritto che il titolare del conto corrente, traente dell'assegno, dà al proprio mandatario, la banca.

La banca, in base a un contratto di mandato, è obbligata a compiere uno o più atti giuridici nell'interesse del traente, se l'atto non è in conflitto con la normativa vigente.

In particolare, l'ordine scritto del traente, ex articolo 35 del Regio Decreto 1736/1933, può, e deve essere eseguito se è spirato il termine di presentazione dell'assegno. Nel suo caso, portando l'assegno data del 31 gennaio 2018, il termine di presentazione è ampiamente spirato.

Copia della denuncia di smarrimento per bloccare l'assegno sarebbe stata necessaria, a tutela della banca, se, e solo se, non fossero spirati i termini di presentazione del titolo.

Se le interessa approfondire la questione, con riferimenti anche a recente giurisprudenza di legittimità può linkare questo articolo.

4 aprile 2018 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

assegno bancario

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno rubato » La banca è responsabile se non lo comunica al cliente
È responsabile la banca se ha informato con ritardo il cliente riguardo ad un assegno rubato. E'quanto emerge dalla sentenza 14838/13 della prima sezione civile della Corte suprema. Quelli che seguono, i fatti. Tizo versa un assegno sul proprio conto corrente in banca. La banca N (negoziatrice) glielo accredita. L'assegno ...
Protesto di assegno rubato o smarrito - la denuncia non salva dalla segnalazione al RIP
Il protesto di assegno rubato, smarrito o sottratto, presentato all'incasso, è un atto pienamente legittimo e corrispondente alle regole del diritto cartolare, anche se: il titolare del conto corrente ha sporto regolare denuncia all'Autorità Giudiziaria, trasmettendone tempestivamente copia prima della presentazione dell'assegno allo sportello; il conto corrente è provvisto della ...
Il defunto aveva emesso un assegno di cui il beneficiario non riesce a motivare la causa - L'erede chiede ed ottiene la restituzione dell'importo facciale
Caio adiva il Tribunale territorialmente competente nella qualità di erede del de cuius, asserendo che quest’ultimo aveva pagato a Tizio, senza titolo, un'ingente somma di denaro a mezzo di assegno bancario. Chiedeva, pertanto, la condanna di Tizio alla restituzione di tale pagamento indebito. Tizio si costituiva in giudizio ribattendo che ...
La falsa denuncia di smarrimento di un assegno può integrare il reato di calunnia
E' vero che chi presenta una falsa denuncia di smarrimento di un assegno, in realtà compilato e consegnato al soggetto beneficiario, non formula direttamente una accusa concernente uno specifico reato: tuttavia per la configurabilità del delitto di calunnia, basta che il denunciante prospetti all'Autorità giudiziaria (o ad altra Autorità che ...
Clonazione di un assegno - la banca è sempre responsabile
Può capitare che, a seguito di una verifica on line del vostro estratto conto, vi accorgiate dell'addebito di un assegno mai emesso e che il titolo di credito addebitato risulti contrassegnato dallo stesso numero di matricola di un modulo del carnet ancora in vostro possesso. Correte trafelati in banca e ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca