Viaggio intercontinentale - Come stipulare una buona assicurazione?

Sono in procinto di partire per un viaggio fuori dall'europa: ho intenzione di stipulare un'assicurazione che mi tuteli a pieno.

Per quale formula mi conviene optare?

Quanto dovrei spendere per essere coperto decentemente?

Quando si organizza un viaggio, soprattutto se si raggiungono luoghi fuori dall'Europa, è bene non trascurare l'assicurazione, scegliendo la soluzione più efficace e non quella più economica.

Sicuramente, il primo punto da valutare è rappresentato dal massimale.

Questo dato rappresenta l'importo massimo che la compagnia assicurativa con cui si è sottoscritta la copertura erogherà al suo cliente.

Qualsiasi tipo di spesa sarà coperta dall'assicurazione solo se rientra nel limite fissato dal massimale.

Tutte le spese extra dovranno, quindi, essere coperte dall'utente stesso.

Si tratta di un aspetto molto importante soprattutto quando si viaggia in Paesi che presentano costi notevoli, ad esempio, per le cure mediche in ospedale.

Valutare con attenzione il massimale dell'assicurazione viaggi da sottoscrivere è, quindi, molto importante per poter scegliere la copertura più adatta alle proprie esigenze.

Inoltre, se un viaggio prevede attività potenzialmente pericolose o comunque soggette al rischio di infortuni è importante tenere ben presente il rischio che si corre.

Chi crede di essere a rischio infortunio dovrà sottoscrivere un'assicurazione che compra tale rischio garantendo le spese di trasporto in ospedale e le varie cure mediche. Q

Questo tipo di copertura è fondamentale per chi pratica sport estremi o attività a forte rischio.

Le spese mediche rappresentano una parte fondamentale di un'assicurazione viaggio.

Come già sottolineato in precedenza, in alcuni Paesi i costi per le cure mediche ed un eventuale ricovero in ospedale possono essere anche molto elevati.

La scelta dell'assicurazione viaggi non può non tener conto della copertura delle spese mediche.

In alcuni casi, le compagnie offrono solo un rimborso delle spese mediche sostenute (talvolta si tratta di un rimborso parziale per i casi più complessi).

In queste situazioni, l'assicurato può trovarsi nelle condizioni di dover anticipare all'Istituto medico che lo ha curato cifre anche molto importanti.

Scegliere un'assicurazione di viaggio che preveda il saldo immediato delle spese mediche e non un rimborso successivo è sicuramente un fattore da tenere ben presente al fine di massimizzare la tutela garantita dalla copertura assicurativa sottoscritta.

Proseguendo, smarrire i bagagli, come molti viaggiatori sanno bene, è uno scenario decisamente reale.

Può essere davvero molto fastidioso se si viaggia con oggetti di grande valore, sia affettivo che economico.

Chi viaggia con oggetti molto costosi dovrà valutare, con estrema attenzione, la possibilità di assicurare i propri bagagli al fine di ridurre al minimo il danno economico legato ad un loro eventuale smarrimento.

Le assicurazione viaggi, oltre a coprire oggetti smarriti, spese mediche e infortuni di vario tipo, possono offrire un'importante tutela anche in caso di annullamento del viaggio.

Un qualsiasi imprevisto potrebbe far saltare tutto il viaggio con un conseguente ed importante danno economico.

Aver attivato una polizza che preveda una copertura aggiuntiva in caso di annullamento è, senza dubbio, un plus molto importante quando ci si prepara a viaggiare.

Il rischio che un imprevisto possa far “saltare” tutto il viaggio è concreto. Con un'assicurazione che copra un eventuale annullamento si potrà rientrare di tutta, o di parte, la spesa del viaggio stesso.

Inoltre, un imprevisto, di qualsiasi tipo, può capitare a qualsiasi ora. Di conseguenza, è importante che l'assicurazione viaggio sottoscritta preveda la possibilità di richiedere assistenza 24 ore su 24, senza alcun limite.

In questo modo, quindi, si avrà la certezza di poter sempre contare su di un valido supporto e si potranno risolvere eventuali imprevisti in pochissimo tempo.

Dunque, scegliere l'assicurazione in base al Paese in cui si viaggia, è molto importante.

I viaggi internazionali sono, senza dubbio, le situazioni in cui avere a disposizione un'assicurazione risulta essere particolarmente conveniente.

In alcuni Paesi, ad esempio, avere a disposizione un'assicurazione viaggio sarà determinate per poter ricevere il visto per entrare nel Paese stesso.

Altri Paesi potrebbero, inoltre, presentare vincoli ancora più stringenti.

Ad esempio, in Russia è necessario avere un'assicurazione con sede nel Paese e con un massimale di almeno 30 mila Euro per poter superare il confine ed iniziare il proprio viaggio.

Se si viaggia in Paesi in cui rischia di dover affrontare costi considerevoli in caso di imprevisto (è il caso delle spese mediche negli Stati Uniti) bisognerà essere sicuri che la copertura assicurativa sia adeguata.

4 giugno 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - viaggi e vacanze

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rc auto » Scopriamo l'assicurazione a guida esclusiva
Una delle possibilità di risparmio per chi si cimenta nei meandri dei contratti rc auto, è quella che prevede la guida esclusiva. Vediamo di cosa si tratta. Sono sempre di più gli italiani che, per cercare di risparmiare sui premi delle polizze auto, scelgono di approcciare al mondo della tutela ...
Contratti di assicurazione con premio rateizzato » Cosa succede dopo la scadenza della rata
Cosa succede quando scade il termine per pagare la rata nei contratti di assicurazione con premio rateizzato? Nei contratti di assicurazione dell'rc auto con rateizzazione del premio, una volta scaduto il termine di pagamento della rata di premio, l'efficacia del contratto resta sospesa a partire dal quindicesimo giorno successivo alla ...
Il terzo trasportato può chiedere il risarcimento danni direttamente alla compagnia assicuratrice del veicolo su cui viaggiava al momento del sinistro e non ha l'onere di dimostrare l'effettiva distribuzione della responsabilità tra i conducenti
Il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall'impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro entro il massimale minimo di legge a prescindere dall'accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro, fermo il diritto al risarcimento dell'eventuale maggior danno nei confronti ...
Responsabilità civile e condominio » Prescrizione della polizza per l'appaltatore
In caso di danni nei lavori effettuati nell'edificio, l'appaltatore ha un anno di tempo per farsi coprire dall'assicuratore della responsabilità civile a partire da quando è chiamato in causa dal condominio. Infatti, va affermato che, nell'assicurazione della responsabilità civile, la richiesta di risarcimento è valida, ai sensi dell'articolo 2952, terzo ...
Risarcimento dopo sinistro » Non è cumulabile l'indennizzo ricevuto dalla compagnia assicurativa privata con la liquidazione dei danni ottenuta con la tutela rc auto
Nell'ambito di un sinistro stradale, per quanto riguarda la liquidazione per lesioni, in caso si fosse stipulata un'assicurazione contro gli infortuni, non è possibile cumulare l'indennizzo ricevuto dalla compagnia assicurativa con il risarcimento danni nell'ambito della copertura rc auto. In caso di incidente, il danneggiato non può chiedere i danni ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca