Versamento imu a zero con aliquota ordinaria

Nel caso in cui il versamento Imu per un'abitazione principale sia, con l'aliquota ordinaria, pari a zero è necessario presentare l'F24 con versamento nullo pari a zero? Fatto salvo ovviamente la conferma o variazione dell'aliquota da parte del Comune preposto e quindi con l'eventuale ricalcolo della stessa ed eventuale versamento positivo. Occorre fare una qualche comunicazione in Comune?

La sua è una domanda alla quale non sono in grado di fornire risposta.

Tuttavia a pagina 44 della circolare n° 3/DF, datata 18 maggio u.s., a cura del Ministero dell'Economia e delle Finanze, è riportato:

Il ontribuente può tenere conto delle agevolazioni per l'abitazione principale deliberate dal comune. Tale circostanza può verificarsi, ad esempio, quando il comune abbia esercitato la facoltà di cui al comma lO dell ‘art. 13 del D. L. n. 201 del 2011, disponendo "l'elevazione dell'importo della detrazione, fino a concorrenza dell'imposta dovuta". Si ricorda tuttavia, he il comune potrebbe modificare le disposizioni regolamentari già emanate, entro il 30 settembre 2012, determinando, quindi, il ripristino della pretesa tributaria. In tale ipotesi, il contribuente, entro il 17 dicembre, deve versare l'importo complessivo dell imposta.

Il che lascerebbe presumere che, allo stato, non è previsto alcun obbligo di comunicazione al comune in caso di IMU non dovuta.

24 maggio 2012 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Decadenza della pretesa di applicazione dell'aliquota ordinaria per l'imposta di registro conseguente a revoca delle agevolazioni fiscali connesse all'acquisto della prima casa
L'avviso di liquidazione dell'imposta di registro con aliquota ordinaria e connessa soprattassa, a carico del compratore di un immobile abitativo che abbia indebitamente goduto, in sede di registrazione del contratto, del trattamento agevolato per l'acquisto della prima casa, è soggetto a termine triennale di decadenza. Tale termine di decadenza decorre ...
IMU - Guida semplice per abitazione a disposizione
L'aliquota di base IMU è pari a 0,76% e i comuni possono aumentarla o diminuirla sino a 0,3 punti percentuali. Detta aliquota potrà, pertanto, oscillare da un minimo di 0,46% ad un massimo di 1,06%. Il Comune può, inoltre, variare l'aliquota base IMU nei casi seguenti:  immobili non produttivi di ...
Cedolare secca » Ridotta l'aliquota: sarà al 10% sugli affitti a canone concordato
Partono le disposizioni sulla cedolare secca: sarà al 10% sugli affitti a canone concordato La riduzione sarà in vigore fino al 2017 e potrà essere applicato anche agli studenti. I vantaggi si faranno sentire fin dalla prossima dichiarazione dei redditi per chi ha già in corso un contratto agevolato, risparmiando ...
Difficoltà economiche non escludono la responsabilità per omesso versamento IVA
Sussiste il reato di omesso versamento IVA anche in casi di difficoltà economica dell'imprenditore. In materia di reati tributari, con particolare al reato di omesso versamento di IVA, previsto dall'articolo 10-ter del Decreto Legislativo del 10 marzo 2000 numero 74, la Cassazione ha affermato il principio secondo cui le precarie ...
Cartella esattoriale per omesso versamento tributi – diritto a riduzione sanzioni se manca avviso bonario
Il contribuente ha diritto alla riduzione delle sanzioni se non ha ricevuto l'avviso bonario prima della cartella. In caso di cartelle emesse per omesso o irregolare versamento dei tributi ai sensi degli articoli 36 bis e 36 ter del DPR numero 600/1973, l'Agenzia delle Entrate non è tenuta ad inviare ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca