Versamento in contanti e segnalazione della banca all'Agenzia delle Entrate - Come funziona?

Con la mia ditta italiana ho emesso una fattura per la vendita di un macchinario ad una ditta slovacca.

La ditta slovacca (non avendo loro nessun limite) mi ha pagato buona parte del mezzo (15 mila euro) in contanti.

Ora dovrei versare il tutto in banca sul mio conto, mi chiederanno giustificazione? Come giustificativo potrei presentare la fattura emessa per la vendita del bene?
Verrò segnalata?

In banca non hanno alcun diritto di chiederle giustificazioni per un versamento in contanti: ci mancherebbe altro.

Per la legge, tuttavia, costituisce un elemento di sospetto il ricorso frequente o ingiustificato a operazioni in contanti, ed in particolare, il prelievo o il versamento in contanti di importo pari o superiore a 15 mila euro (articolo 41 dlgs 231/2007).

Pertanto, la banca sarà obbligata ad effettuare la segnalazione agli organismi preposti alla prevenzione ed al contrasto del finanziamento al terrorismo e del riciclaggio dei proventi riconducibili ad attività criminose.

Oltre all'Autorità giudiziaria, l'Agenzia delle entrate, a cui periodicamente vengono fornite tutte le informazioni relative alle movimentazioni bancarie in conto corrente, non solo quelle superiori alla soglia di 15 mila euro (Anagrafe Tributaria), sarà la sola legittimata, eventualmente, a chiederle giustificazione del versamento nonché l'esibizione della documentazione attestante gli adempimenti fiscali, relativi alla vendita, a cui è obbligata la sua ditta.

16 agosto 2017 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

norme antiriciclaggio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il defunto aveva emesso un assegno di cui il beneficiario non riesce a motivare la causa - L'erede chiede ed ottiene la restituzione dell'importo facciale
Caio adiva il Tribunale territorialmente competente nella qualità di erede del de cuius, asserendo che quest’ultimo aveva pagato a Tizio, senza titolo, un'ingente somma di denaro a mezzo di assegno bancario. Chiedeva, pertanto, la condanna di Tizio alla restituzione di tale pagamento indebito. Tizio si costituiva in giudizio ribattendo che ...
La revisione dell'assegno di mantenimento può essere accordata solo dopo aver accertato il peggioramento delle condizioni economiche dell'obbligato
Le condizioni economiche dell'accordo di separazione consensuale dei coniugi possono essere modificate soltanto qualora sopravvengano giustificati motivi. In mancanza di fatti sopravvenuti giustificativi di un nuovo assetto dei rapporti tra le parti, dunque, la domanda di revisione non può essere accolta. Il giudice può revocare l'obbligo di contribuzione o ridurre ...
Non è possibile chiudere un conto corrente se è utilizzato per il pagamento delle rate di un prestito concesso dalla stessa banca
Abbiamo già avuto modo di vedere, in altri articoli, che è illegittimo il rifiuto della banca alla chiusura del conto corrente motivandolo con l'esistenza di un saldo negativo, dal momento che la giurisprudenza ha evidenziato che il diritto di recesso dai contratti a tempo indeterminato è riconosciuto al correntista ai ...
Conto corrente e deposito titoli - Il diritto di ritenzione della banca non implica quello di vendita dei titoli
I contratti di conto corrente possono contenere clausole che garantiscono la banca in caso di inadempimento da parte del correntista e che spesso rinviano anche a disposizioni del Codice civile. In particolare: l'articolo 1853 del codice civile prevede che, quando esistano tra la banca e il correntista più rapporti o ...
Titoli in conto deposito del cliente debitore - La banca può esercitare il diritto di ritenzione ma sono illegittime vendita e compensazione
La banca può procedere alla vendita dei titoli depositati in un conto di deposito e alla compensazione fra il ricavato e il proprio credito relativo al conto corrente associato del cliente debitore? In pratica, ci si chiede se sia legittimo, per la banca, esercitare il diritto di vendita dei titoli ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Tassonomie

Cerca