Verbale redatto su base testimonianze successive ad incidente stradale


La Polizia Municipale di Genova, intervenuta a seguito di incidente, contesta la violazione dell’art. 154 c4, uso improprio di segnalazione di cambiamento di direzione in presenza di segnaletica orizzontale contraria, accertato sulla base di testimonianza successiva.

a)La dichiarazione di un testimone oculare, peraltro favorevole, afferma che la mia autovettura, ferma al momento dell’incidente, aveva l’indicatore di direzione sinistro acceso.
b) il conducente del motociclo coinvolto nell’incidente dichiara che stavo svoltando a sinistra pur essendo ancora nella corsia di marcia.
c) le dichiarazioni del motociclista sono risultate non veritiere sulla base della tesimonianza oculare e degli accertamenti dei Vigili (superava contromano).
d) Io non stavo svoltando ma superando un motociclista in fase di posteggio sul lato destro della strada.
e) la relazione dell’incidente stradale, sulla base della quale é stato emesso il verbale, contiene un errore formale.

Dichiara erroneamente che l’infrazione in argomento deve essere contestata al motociclista e non allo scrivente.

Esistono elementi per rendere nullo il verbale?

Penso che sussistano gli estremi per presentare ricorso, con ottime possibilità di ottenere l’annullamento del verbale e successivamente evitare le ripercussioni negative di un concorso di colpa nel sinistro, per quanto attiene gli aspetti di risarcimento danni.

15 Febbraio 2012 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Verbale redatto su base testimonianze successive ad incidente stradale