Vendita all’asta di un immobile del debitore su cui gravavano già due ipoteche – Come creditore insoddisfatto posso agire nei confronti di chi ha comprato l’immobile?

Vantando un credito da una ditta mi sono inserito come creditore in una vendita immobiliare di proprietà della ditta stessa: sull’immobile però gravavano due ipoteche di due istituti bancari (una di primo grado e l’altra di secondo) e dalla vendita si è ricavato il giusto per soddisfare le due banche. La mia domanda è cosa posso ancora pretendere, posso agire con il compratore dell’immobile?

La procedura espropriativa produce il cosiddetto effetto purgativo, ossia la liberazione del bene da ogni vincolo o garanzia che gravi su di esso.

Il credito vantato nei confronti del debitore, ex proprietario dell’immobile espropriato, non è opponibile all’assegnatario, neanche dall’eventuale creditore assistito da ipoteca che risulti soddisfatto solo parzialmente.

16 Agosto 2017 · Piero Ciottoli



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Vendita all’asta di un immobile del debitore su cui gravavano già due ipoteche – Come creditore insoddisfatto posso agire nei confronti di chi ha comprato l’immobile?