Una domanda sul decreto legge salva famiglie del 22 dicembre 2012 numero 212

Una domanda semplice e precisa: Ma per poter proporre quest'accordo , si ha bisogno obbligatoriamente di un avvocato? In caso contrario ci spiegate come si fà ? Un Super indebitato non credo possa permettersi un avvocato, i parametri per il gratuito patrocinio, sono ancora troppo bassi...Quindi? Esistono dei fac simili?

Mi complimento, lei ha colto due aspetti critici della legge: la complessità della procedura e la necessità di un supporto legale.

Io ne aggiungo un altro: se fra i creditori c'è Equitalia e se la quota di esposizione del debitore verso Equitalia è maggiore del 30% del totale, l'accordo non si farà mai, per il semplice fatto che nessun dirigente o funzionario Equitalia è autorizzato a concedere sconti di qualsiasi entità essi siano.

Del resto se un super indebitato è nullatenente (o quasi) non ha bisogno di ricorrere alla legge. Non paga o, al massimo, detta lui le percentuali di sconto dell'accordo stragiudiziale. Se percepisce uno stipendio si fa pignorare il quinto e "buonanotte ai suonatori".

Quindi, si tratta di una procedura prevista per un sovraindebitato che possiede beni immobili a rischio pignoramento. E quindi, c'è la possibilità di farsi affiancare da un legale. Magari iscrivendo a suo favore un'ipoteca sull'immobile ...

11 maggio 2012 · Annapaola Ferri

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Gratuito patrocinio » Il richiedente può essere ammesso al beneficio se la sua condizione economica è peggiorata dopo la dichiarazione dei redditi
Ammessa al patrocinio gratuito la parte la cui condizione economica è peggiorata dopo la dichiarazione dei redditi. L'imputato può essere ammesso al patrocinio a spese dello Stato, anche se l'ultima dichiarazione dei redditi mostra un reddito superiore al tasso soglia, quando dimostra che dopo la presentazione della dichiarazione le sue ...
Gratuito patrocinio - ammissione e revoca nel caso di variazioni reddituali rispetto all'ultima dichiarazione fiscale
Come sappiamo, l'ammissione al gratuito patrocinio a spese dello Stato è condizionata dal possesso di specifici requisiti reddituali posseduti dal richiedente, in base all'ultima dichiarazione fiscale dallo stesso presentata. Ma, cosa accade se, dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi, interviene una diminuzione del reddito una volta che il gratuito ...
Gratuito patrocinio – nell'istanza vanno specificati tutti i redditi
La richiesta di ammissione al patrocinio a spese dello Stato non può essere accettata se non indica specificamente anche le erogazioni familiari percepite. In tal senso si è espressa la Corte di cassazione in merito all'ammissibilità della richiesta di assistenza legale gratuita, in cui il richiedente indicava genericamente di ricevere ...
Il gratuito patrocinio (difendersi dai creditori a spese dello stato)
Se in ogni aula di tribunale è scritto la legge è uguale per tutti, davvero tutti riescono ad accedere alla giustizia? La nostra bella costituzione ha stabilito "Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione", terzo comma articolo 24. Ma ...
Coniugi separati in casa - per essere ammessi al gratuito patrocinio i redditi non vanno sommati
Come molti sanno, per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.369,24. Se l'interessato ad essere ammesso al gratuito patrocinio convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca