Un genitore a 84 anni ancora attivo e spendaccione - Che fine faranno i suoi debiti dopo il decesso?

Vivo all'estero da molti anni, mio padre 84enne è in ottima salute ha una importante quota di proprietà immobiliare all'interno di un palazzo signorile di cui anche io in futuro ne sarò erede. In questa proprietà ci vive anche mio fratello con la sua famiglia che ha già ricevuto una quota di eredità per il suo appartamento. Vivendo io all'estero, attualmente non ho alcuna quota di proprietà in questo palazzo e né tantomeno ne godo l'uso. Detto questo, mio padre sta facendo lavori di ristrutturazione e abbellimento con una impresa di costruzioni condotta da amici di famiglia, con la quale si è indebitato per 100 mila euro con rate mensili di 2 mila euro. Che vengono pagate con bonifico bancario. La mia domanda è la seguente: dovesse morire mio padre prima dell'estinzione del debito, che fine farà questo debito? Dovrò dividerlo ugualmente con mio fratello che attualmente se ne gode l'uso?

Probabilmente sì, dovrà condividere il debito eventualmente lasciato da suo padre con il coerede, dal momento che non esiste un formale atto di donazione dell'appartamento occupato da suo fratello.

Altrimenti, sarebbe stato possibile chiedere la riduzione giudiziale della donazione, aggiungendo alla massa ereditaria anche il cespite donato (attribuendogli il valore alla data dell'apertura della successione), quindi sottraendo il debito acquisito per la ristrutturazione e successivamente procedendo alla ripartizione dell'attivo con i necessari conguagli.

Ma il diritto di abitazione, nemmeno trascritto, non è riconducibile ad una donazione ed in ogni caso sarebbe stato complicato procedere ad una sua valorizzazione.

8 novembre 2017 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

debiti ed eredita
eredità e successione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debito solidale e coobbligati - Rinuncia del creditore alla solidarietà verso uno dei condebitori con o senza remissione
Come sappiamo, il debito è in solido quando più debitori (condebitori) sono tutti obbligati al rimborso, in modo che ciascuno può essere costretto all'adempimento per la totalità del debito (o parte di esso) e l'adempimento di uno libera gli altri. Analizziamo, adesso, le differenze fra rinuncia alla solidarietà a favore ...
Affidamento al genitore residente all'estero
Non è consentito il rilascio del passaporto a favore del minore se il genitore intende trasferirsi all'estero. Il trasferimento all'estero del genitore affidatario dei figli minori, certamente, compromette il diritto di visita dell'altro genitore, che quindi potrà legittimamente negare il consenso al rilascio del passaporto e all'espatrio del figlio minore. ...
Fondo patrimoniale » Dopo il decesso del coniuge gli eredi rispondono dei debiti
Quando uno dei due coniugi muore, facendo così sciogliere il fondo patrimoniale precedentemente stipulato, gli eredi rispondono dei debiti del defunto con il bene inserito, da quest’ultimo, nel fondo stesso a lui prima intestato. Con il decesso di uno dei coniugi viene a mancare la destinazione dei beni nel fondo ...
Equitalia » Dopo la fine della sanatoria ecco la guida alla riscossione
Come abbiamo accennato in precedenti interventi, è giunta al termine la tanto amata sanatoria delle cartelle esattoriali di Equitalia prevista dalla legge di stabilità 2014. Grazie alla mini sanatoria, è stato permesso a migliaia di contribuenti debitori, circa 145.000, di pagare in un'unica soluzione il proprio debito con Equitalia escludendo, ...
Tutela della Maternità » Anche se moglie è casalinga il coniuge ha diritto ai riposi giornalieri
Tutela della maternità: interessante sentenza del Consiglio di Stato. Viene parificata la posizione della casalinga alla dipendente. I riposi giornalieri spettanti al pubblico dipendente in maternità possono essere usufruiti dal coniuge, sempre pubblico dipendente, la cui moglie è casalinga. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca