Ulteriori chiarimenti su rinuncia all’eredità – Se la casa a cui ho rinunciato non esiste più, cosa succede?

Argomenti correlati:

A proposito della risposta precedente, vorrei informare che tale casa non esiste più, perchè è stata demolita e sul terreno ne è stata costruita un’altra, che ovviamente ora ha più valore, essendo nuova e più grande. In che modo potrebbero mai gli eventuali creditori farsi assegnare un’eredità che di fatto non esiste più? Grazie

Innanzitutto, va chiarito, per sua tranquillità, che stiamo esaminando un caso solo teorico: se i creditori non hanno agito al momento in cui il debitore ha rinunciato all’eredità, difficilmente si muoveranno adesso, quando ormai mancano appena due anni alla prescrizione del diritto.

Comunque, per rispondere alla sua domanda, va detto che non necessariamente nella disponibilità dei creditori debba rientrare il medesimo bene a cui il debitore rinunciò: bene che, come lei osserva, non esiste più in quanto demolito.

Peraltro, nella precedente risposta era stato scritto che, come prevede il codice di procedura civile, la domanda giudiziale eventualmente esperita dai creditori del rinunciante deve essere trascritta sia nei confronti del rinunciante stesso che di colui al quale l’eredità è stata successivamente devoluta, che deve essere anch’esso citato in giudizio..

Questo perché, in pratica, il soggetto che accettò, a suo tempo, la devoluzione dell’eredità da parte del debitore rinunciante, potrebbe essere chiamato a rispondere, adesso, con i propri beni (la casa ricostruita, in particolare) dei debiti per i quali i creditori non poterono ottenere il rimborso coattivo proprio in conseguenza della rinuncia del debitore.

Nella fattispecie, il soggetto a cui l’eredità fu devoluta, potrebbe essere chiamato a rispondere, solidalmente con il debitore rinunciante, dell’intero importo attualizzato del credito vantato, indipendentemente dal valore che aveva il bene al momento in cui fu devoluto ed accettato.

24 Maggio 2017 · Loredana Pavolini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Chiarimenti su rinuncia eredità, prestiti al de cuius e assicurazione Creditor Protection Insurance (CPI)
Dopo la morte di mio padre mi rendo conto della disastrosa situazione finanziaria che lascia in eredità a me e alla mia famiglia: in particolar modo dei vari prestiti personali, delle cessioni del quinto e delle somme dovute al fisco; essendo la casa intestata a mia madre ancora in vita si rende evidente che la soluzione migliore è richiedere la rinuncia all'eredità e così presentiamo la domanda al tribunale. Nel periodo intercorso tra la presentazione della domanda e il decesso (un mese circa) vengo a scoprire che in uno dei contratti per un prestito stipulato da mio padre come condebitrice ...

Ingiunzione di pagamento, pensione già pignorata, casa di modesto valore e rinuncia all'eredità
Mio padre ha creato una serie di debiti con delle finanziarie: ha una casa di proprietà dove viviamo io, lui e mia madre. Ha una cessione del quinto sulla pensione, e un pignoramento sempre sulla pensione. Ora è arrivato un decreto ingiuntivo e non sappiamo bene come comportarci. La casa in cui abitiamo ha un valore stimato da un perito di 26 mila euro, la pensione è già pignorata. Mi domando, cosa può accadere? La casa avendo questo valore, a livello pratico (si teoricamente lo so che può essere pignorata, però considerando le aste, i costi ecc) pù essere pignorata? ...

Azienda prossima fallimento - Eredità - Pignoramento casa
Nel 2009 ho rilevato una attività commerciale di tipo srl: in questi anni siamo andati avanti, pur tra mille difficoltà e finanziamenti da banca per coprire le spese, ma ora siamo prossimi alla chiusura per fallimento. Le Banche mi hanno sempre chiesto la garanzia personale sui prestiti concessomi, pur facendo loro presente che attualmente non sono intestatario di nessun bene sia esso mobile o immobile. L'appartamento dove vivo con mia moglie (disoccupata) e mio figlio (2 anni) è in affitto. Io sono figlio unico e l'unico bene che possiedono i miei genitori è la casa di proprietà (2/3 loro, 1/3 ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ulteriori chiarimenti su rinuncia all’eredità – Se la casa a cui ho rinunciato non esiste più, cosa succede?