Ulteriore raccomandata dallo studio legale successiva alla notifica del decreto ingiuntivo – L’avvocato sa benissimo che la mia pensione non può essere pignorata due volte contemporaneamente e cerca un accordo transattivo


Argomenti correlati: ,

Il 2 Luglio 2020 mi è stato notificato un decreto ingiuntivo dalla società che ha acquisito il finanziamento originario tramite il proprio legale e senza nessuna opposizione da parte del sottoscritto.

Da pochi giorni sono trascorsi i 40 giorni e oggi ricevo ulteriore raccomandata dallo stesso legale chiedendomi le mie intenzioni riguardo al debito; contrariamente procederà a recupero coatto del debito.

Premesso che esiste già un decreto ingiuntivo cui a breve ci sarà l’udienza, credo che quest’ultima missiva anziché degli ulteriori 10 giorni ingiuntivi sia solo la conoscenza dell’esistente difficoltà di saldare il debito da parte del sottoscritto. Non credo di rispondere al legale tanto, non cambierebbe niente.

Il recupero coatto in pratica è sempre rivolto al quinto pensione cui già la precedente finanziaria (entrambe stesse natura) è interessata?

Se lei non possiede immobili o un conto corrente da espropriare, l’unico bene verso il quale il creditore può indirizzare la riscossione coattiva è il pignoramento presso INPS del rateo di pensione: il primo creditore procedente potrà prelevare il quinto dell’importo mensile netto che eccede il minimo vitale, al 2020 fissato in circa euro 690 (una volta e mezza l’importo massimo dell’assegno sociale).

Ad esempio, se la pensione netta è di mille euro al mese, il prelievo sarà pari al 20% di (1000 – 690) euro, insomma parliamo di 62 euro al mese.

Tuttavia, per debiti della medesima natura, uno solo dei due possibili pignoramenti quasi concorrenti potrà insistere sulla pensione, per cui il prelievo avviato sulla base del secondo decreto ingiuntivo potrà essere eseguito solo dopo che il rimborso del primo prestito sarà stato estinto.

Sono d’accordo con lei nell’inutilità di rispondere alla comunicazione raccomandata dell’avvocato, ma se ha qualche spicciolo da parte per togliersi il pensiero, ha la possibilità di proporre un saldo stralcio davvero vantaggioso.

19 Settembre 2020 · Ludmilla Karadzic



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ulteriore raccomandata dallo studio legale successiva alla notifica del decreto ingiuntivo – L’avvocato sa benissimo che la mia pensione non può essere pignorata due volte contemporaneamente e cerca un accordo transattivo