Tutor autostradali addio – Ma adesso che succede?

Dopo la decisione di spegnere i tutor sulle autostrade, per la questione inerente alla copia del brevetto, ho paura che sulle strade extraurbane, adesso, ci sia il far west.

Viaggio spesso per lavoro e non vorrei incappare in automobili lanciate a 200 km/h.

Insomma, si sta facendo qualcosa per ovviare al problema?

Come noto, per un problema legato ai brevetti, è stato rimosso il sistema tutor, per la rilevazione della velocità, su tutte le autostrade italiane.

Sembra che, però, a partire dal 15 luglio verranno riattivate 30 postazioni di controllo, con un nuovo sistema di rilevazione della velocità.

Certo è che i Tutor sulle autostrade resteranno spenti fino al 14 luglio.

Dal 15 luglio ricominceranno a funzionare, ma con il nuovo sistema SICVe PM che Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia stanno testando a tappe forzate.

Le sperimentazioni in atto sono state positive e per ora verranno attivati una ventina di dispositivi.

Questa volta la tecnologia si annuncia a prova di causa.

Nel frattempo i controlli su strade e autostrade sono affidati agli autovelox.

I Tutor, attivi dal lontano 2006, sono stati spenti a fine maggio.

7 Giugno 2018 · Giuseppe Pennuto



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Tutor autostradali addio – Ma adesso che succede?