Tutela per la casa comprata da mia moglie in regime dei beni (2)

Argomenti correlati:

Mi riferisco alla domanda linkata: curiosando su questo sito ho avuto già modo di leggere tutti i punti da lei elencati, ma non riesco a capire ancora se i soldi di mio figlio dati a mia moglie possano essere considerati soldi di spettanza prettamente personale di mia moglie. Scusi ancora ma anche questo punto non mi è chiaro: in caso di debiti, i creditori possono rifarsi sui beni in comuni­one, solo se i beni riguardano pesi e oneri gravanti sui beni comuni al momento dell’acquisto (mutui, ipoteche, ecc.).

Vale anche per i debiti? In parole povere volevo sapere da lei letta la mia situazione creda che la casa è esclusivamente di mia moglie?

Nella risposta fornitale dalla collega Proietti c’era un refuso, che rendeva incomprensibile l’asserto.

Quello che segue è il testo riformulato e corretto:

… in caso di debiti, i creditori possono rifarsi sui beni in comuni­one, solo se i debiti riguardano pesi e oneri gravanti sui beni comuni al momento dell’acquisto (mutui, ipoteche, ecc.)

Ora, per quanto mi riguarda i soldi donati da suo figlio alla madre possono costituire una fattispecie “prettamente personale”. Ma bisognerebbe sapere, naturalmente, cosa ne pensano il giudice e i legali del creditore eventualmente ricorrente.

Letta la sua situazione, con franchezza mi chiedo perchè l’esercizio dell’opzione relativa al regime legale patrimoniale di separazione dei beni, con regolare annotazione a margine dell’atto di matrimonio, non sia stata effettuato prima dell’acquisto del bene.

13 Luglio 2012 · Ludmilla Karadzic

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?