Omesso pagamento del corrispettivo per una prestazione resa

Vorrei avere un parere su quanto accaduto: dopo aver svolto una serie di servizi di trasferimento per una ditta, regolarmente pagati, ricevevo dalla stessa incarichi per una grossa somma che non venivano più saldati.

Il fatto è che mi era stato confermato per iscritto l'avvenuto bonifico il giorno prima dei trasferimenti, in modo che li eseguissi penso, poi mi rassicuravano anche con telefonate e messaggi ma il bonifico in realtà non è mai stato fatto.

Nella vicenda esposta non sembra esserci alcun contratto sottoscritto dalle parti, né il mandato (scritto) del committente per svolgere gli incarichi di cui viene lamentato l'omesso pagamento.

La conferma (scritta) del bonifico, mai effettivamente andato a buon fine, può costituire un valido indizio per far emergere il rapporto sottostante intercorso fra le parti e l'importo pattuito per la prestazione: ma, prima di poter procedere con un ricorso per decreto ingiuntivo, bisognerà far accertare preliminarmente dal giudice la sussistenza di tale rapporto.

Occorre il preventivo di un avvocato per l'assistenza nel contenzioso onde poter consapevolmente valutare se l'impresa vale la spesa.

23 ottobre 2018 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - truffe

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Prestazione di lavoro in favore del convivente more uxorio - Può essere considerata resa a titolo gratuito solo se effettuata nell'ambito di una famiglia di fatto
Ogni attività oggettivamente configurabile come prestazione di lavoro subordinato si presume effettuata a titolo oneroso, essa può tuttavia essere ricondotta ad un rapporto diverso caratterizzato dalla gratuità della prestazione, ove risulti dimostrata la sussistenza della finalità di solidarietà in luogo di quella lucrativa. E ciò perché l'attività lavorativa e di ...
Giroconto invece di un bonifico - Il cliente perde il diritto alle agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia
Volevo sapere se ciò che mi è accaduto potrebbe essere portato di fronte all'Arbitro Bancario Finanziario. La mia banca online ha ricevuto da me l'ordine di disporre un bonifico per ristrutturazione edilizia. il 16 dicembre. Dopo svariate telefonate effettuava il bonifico il 24 dicembre. ma annullava la mia disposizione e ...
Prestazione d'opera » la prescrizione breve per il diritto al pagamento del professionista decorre dal giorno in cui è stato portato a termine l'incarico
Presupposto essenziale ed imprescindibile dell'esistenza di un rapporto di prestazione d'opera professionale, la cui esecuzione sia dedotta dal professionista come titolo del suo diritto al compenso, é l'avvenuto conferimento del relativo incarico, in qualsiasi forma idonea a manifestare, chiaramente ed inequivocabilmente, la volontà di avvalersi della sua attività e della ...
Recupero crediti e violazione della privacy » Via libera al risarcimento danni
Via libera al risarcimento da pratiche aggressive nel recupero crediti. Deve essere riconosciuto il danno non patrimoniale al debitore braccato dalla società incaricata dalla banca affinché saldi il suo debito relativo a un prestito ottenuto dall'istituto. Lo ha stabilito il Tribunale di Chieti, il quale, con la pronuncia 883/12, ha ...
Cid » Non costituisce prova se l'indicazione della via del sinistro è errata
Il Cid non può essere valutato dal giudice come prova se contiene una descrizione sbagliata della strada dove è avvenuto il sinistro. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, la quale, con la sentenza 21161/2013, ha stabilito che: Il Cid non può essere valutato dal giudice come prova se contiene ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca