Trasformazione sas in srl - E i debiti della sas?

Io lavoratore di una sas con socio accomandatario maturo dei crediti (stipendi ecc) che non mi vengono pagati, la sas intanto si trasforma in srl e continuano a maturare altri crediti (stipendi ecc) che insieme agli altri non vengono pagati.

Poco tempo fa la srl va in scioglimento e in liquidazione, però intanto io avevo ottenuto un Decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo prima della dichiarazione di concordato della srl.

Ora io chiedo: per il secondo credito matuarato nel srl posso rifarmi solo su di lei e posso chiedere solamente l'insinuazione al passivo visto che il concordato blocca tutto, invece per quanto rigaurda il credito della sas e quindi del socio accomandatario io siccome sono sempre bloccato nel rifarmi nei confronti della srl per il concordato posso rifarmi direttamente sul socio accomandatario , senza quindi, siccome mi è impossibile, rifarmi prima sulla srl (principio di preventiva escussione della sas).

Il credito maturato nel periodo in cui ha lavorato nella società in accomandita semplice può essere escusso nei confronti dei soci accomandatari (responsabilità patrimoniale illimitata e solidale). A nulla rilevando la successiva trasformazione della datrice di lavoro da società di persone a società di capitale e tenendo conto, in riferimento all'obbligo di preventiva escussione della sas, che i beni di quest'ultima sono già stati (quasi certamente) conferiti alla srl.

10 settembre 2014 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

L'ingerenza del socio accomandante nella gestione della sas comporta responsabilità patrimoniale illimitata e solidale
L'ingerenza del socio accomandante ovvero l'attività di gestione interna ed esterna o l'accordo tacito intercorso con il socio accomandatario sono aspetti irrilevanti qualora il terzo abbia concluso un contratto preliminare con la società in accomandita in persona del soggetto, peraltro qualificatosi socio, che essendo l'accomandante non aveva il potere di ...
Responsabilità patrimoniale dei soci sas - approfondimenti
E' possibile raggruppare le società presenti nel nostro ordinamento giuridico in base alla loro autonomia patrimoniale. Al grado di correlazione esistente tra il patrimonio personale dei soci e quello della società corrisponde, infatti, un diverso conseguente regime di responsabilità patrimoniale dei soci nei confronti dei terzi creditori. Diremo che una società ...
Da SAS a SRL dopo un anno? » Socio illimitatamente responsabile non fallisce
Dopo la trasformazione da società Sas ad Srl, soltanto la nuova società risponde delle nuove obbligazioni sociali. Cio perchè, decorso un anno dall'iscrizione della trasformazione nel registro delle imprese, non può più essere dichiarato il fallimento del socio già illimitatamente responsabile. Infatti, in tema di trasformazione della società in accomandita ...
L'ammissione al concordato preventivo non impedisce il sequestro dei beni del debitore
L'imprenditore che si trova in stato di crisi può proporre ai creditori un concordato preventivo sulla base di un piano che può prevedere gli obiettivi e le finalità di seguito riportati. la ristrutturazione dei debiti e la soddisfazione dei crediti attraverso qualsiasi forma, anche mediante cessione dei beni, accollo, o ...
Responsabilità ex socio snc per debiti fiscali maturati prima del suo recesso
L'ex socio di snc è responsabile per i debiti fiscali maturati prima del suo recesso e neppure l'intervenuta estinzione della compagine sociale fa venir meno la responsabilità del socio per le obbligazioni pregresse. Com’è noto, infatti, a partire dalla cancellazione della snc contribuente dal registro delle imprese, si verifica l'estinzione ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca