Titolare partita iva indebitato - temo il blocco del conto corrente e l'impossibilità di effettuare i versamenti telematici ad ADE e INPS

Ho contratto un debito di 5000 euro e un conseguente atto di precetto da una finanziaria: temo il blocco dei conti correnti visto che non ho beni pignorabili. Come farò se accadrà , a pagare i contributi INPS e l'Agenzia delle entrate se non avrò accesso al conto corrente, considerato che c'è l obbligo di pagamento telematico per i titolari di partita iva?

Il pignoramento del conto corrente deve essere notificato alla banca e contestualmente al correntista debitore.

Potrebbe accadere, ma le probabilità di un simile evento sono praticamente residuali, che la notifica fosse perfezionata appena il giorno prima della scadenza del pagamento.

Esclusa questa evenienza e considerato che per la disponibilità di un importo accreditato con un bonifico da un conto corrente intestato a soggetto terzo - aperto presso la stessa banca con la quale è intrattenuto il rapporto da cui devono essere effettuati i versamenti dal titolare di partita IVA - occorre poco più di mezza giornata, si può fare in modo che il conto corrente intestato al debitore contribuente disponga di liquidità sufficiente all'obbligo telematico solo alla bisogna.

Nel caso in cui si sia proprio sfigati, invece, con il ravvedimento operoso, pagando una manciata di interessi aggiuntivi, il contribuente debitore a cui è stato pignorato il proprio conto corrente ha il tempo di aprire un altro rapporto, versarvi il necessario dal conto corrente delegato intestato a terzi e procedere ai versamenti fiscali e previdenziali dovuti.

Non si tratta della migliore prospettiva per chi è già oberato da innumerevoli scadenze e adempimenti fiscali e contributivi, ma in certe situazioni, purtroppo, bisogna fare di necessità virtù.

1 maggio 2015 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contributi inps
pignoramento conto corrente e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rapporto di conto corrente - La banca deve astenersi da qualsiasi movimentazione successiva alla morte del titolare
Il rapporto di conto corrente, in quanto riconducibile al rapporto di mandato, deve ritenersi automaticamente estinto con il decesso del titolare. Infatti, sebbene la normativa concernente il conto corrente bancario non specifichi gli effetti conseguenti al decesso del titolare, tuttavia, la dottrina e la giurisprudenza prevalenti vedono nel conto corrente ...
Il creditore non può pignorare i versamenti del debitore finalizzati a ridurre lo scoperto in conto corrente
In tema di pignoramento del conto corrente, il creditore può direttamente pignorare somme che siano nella diretta disponibilità del proprio debitore, ma non può pignorare i singoli versamenti effettuati dal debitore prima e dopo il pignoramento e finalizzati a ridurre lo scoperto di conto corrente. In pratica se il conto ...
Agenzia delle Entrate » Come effettuare le visure catastali online
Ecco come effettuare una visura catastale online tramite il sito dell'Agenzia delle Entrate. Cos'è una visura catastale La visura catastale è la consultazione degli atti e dei documenti catastali. In particolare, la visura permette di acquisire: i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati) i dati anagrafici ...
Annullato dal Tribunale il pignoramento del conto corrente invece del quinto della pensione
Accade a Pesaro dove un pensionato ha subito il pignoramento da Equitalia dell'intero conto corrente, invece della sola quota mensile prevista dalla legge. Con i conseguenti prevedibili disagi: nessuna risorsa per mangiare e pagare le bollette. I debiti del pensionato erano riconducibili a versamenti contributivi non effettuati all'INPS nel corso ...
Pagamento tributi con F24 » Dal 1 Ottobre 2014 cambia tutto
Novità per quanto riguarda gli oneri fiscali: a partire dal 1 Ottobre 2014, il pagamento dei tributi, contributi previdenziali e dei premi assicurativi potrà essere effettuato mediante il modello F24 cartaceo solo dai soggetti persone fisiche, che debbano versare un saldo pari o inferiore a € 1.000, senza alcuna compensazione. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca