Testamento olografo pubblico – Implicazioni della sottoscrizione dell’atto notarile da parte dei futuri chiamati all’eredità

Argomenti correlati:

Gradirei sapere cosa succede quando alla presenza del notaio e dei testimoni, tutti gli aventi diritto firmano per un testamento olografo.Cosa comporta la firma? Una rinuncia ad intraprendere eventuali azioni di riduzione?

Per la formazione del testamento olografo pubblico è richiesta la presenza del testatore, di un notaio e di due testimoni. Punto.

L’eventuale firma apposta dai coeredi (rectius dei futuri chiamati all’eredità) a margine dell’atto notarile evita al notaio l’obbligo di notificare ai chiamati eredi e ai legatari firmatari, di cui conosce il domicilio o la residenza, il contenuto dell’atto appena gli è nota la morte del testatore, ai sensi dell’articolo 623 del codice civile.

Si ricorda a tale proposito che, comunque, non incombe sul notaio l’obbligo di ricercare gli eredi e i legatari di cui non conosca la residenza o il recapito.

Dunque, la firma del soggetto, futuro coerede, a margine dell’atto notarile pubblico ha valore solo di conoscenza (il notaio non deve notificare il testamento al coerede in occasione della morte del de cuius), ma non di acquiescenza.

Peraltro, è solo al momento dell’apertura di una successione (dopo la morte del testatore), che tutti coloro che sono chiamati all’eredità, hanno la possibilità di accettare o rinunciare. E solo in seguito all’accettazione si acquisisce la qualifica di erede. Quindi, la sottoscrizione del documento notarile non può comportare l’accettazione, nè tanto meno compromettere una eventuale successiva azione giudiziale di riduzione al soggetto firmatario che, divenuto erede si ritiene leso nella quota di legittima spettante.

Tutto ciò senza dover accennare all’articolo 458 del codice civile, in base al quale sarebbe nullo ogni atto col quale taluno dispone dei diritti che gli possono spettare su una successione non ancora aperta, o rinunzia ai medesimi.

30 Settembre 2019 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Testamento olografo » Perchè deve essere autografo?
Per far diventare valido un testamento olografo è necessario che lo stesso sia interamente autografo, cioè che sia stato scritto a mano dal testatore. Non è legittimo, quindi, ed olografo un testamento che, sebbene firmato dal testatore, sia stato scritto a mano di altre persone, diverse dallo stesso, anche se autorizzate. Non è altrettanto valido il testamento scritto con mezzi meccanici o elettronici e ciò anche se la dattilografia o la videoscrittura siano state eseguite dal testatore stesso. Il testamento deve essere sottoscritto: ovvero, il testatore, deve apporre la propria firma esattamente alla fine delle sue disposizioni testamentarie. Infatti, se ...

Testamento olografo con firma del testatore apposta a margine e non in calce
Desidero sapere se, subito dopo aver scritto le disposizioni testamentarie, il testatore, sbarrando con una linea lunga il rigo successivo ha sottoscritto lateralmente e non in calce al testamento. Il testamento rimane sempre valido o può essere impugnato? Una sentenza della Cassazione ritiene che la firma deve essere apposta in calce al testamento e se non vi è spazio nel rigo successivo potrebbe essere apposta lateralmente o a margine. ...

Testamento olografo - E' nullo se manca la data
Il testamento olografo deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto dal testatore; la data deve contenere l'indicazione del giorno, mese e anno: la mancanza della data nel testamento olografo è causa di annullabilità dello stesso. Secondo giurisprudenza consolidata, in tema di validità del testamento olografo, la completa indicazione della data, composta di giorno, mese ed anno, costituisce un requisito essenziale di forma dell'atto e, pertanto, deve escludersi che la data del testamento possa ricavarsi da elementi estranei all'atto. Ciò che conta è che sulla scheda testamentaria vi sia una data scritta di pugno dal testatore o che essa sia ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Testamento olografo pubblico – Implicazioni della sottoscrizione dell’atto notarile da parte dei futuri chiamati all’eredità