Testamento olografo con firma del testatore apposta a margine e non in calce

Argomenti correlati:

Desidero sapere se, subito dopo aver scritto le disposizioni testamentarie, il testatore, sbarrando con una linea lunga il rigo successivo ha sottoscritto lateralmente e non in calce al testamento.

Il testamento rimane sempre valido o può essere impugnato?

Una sentenza della Cassazione ritiene che la firma deve essere apposta in calce al testamento e se non vi è spazio nel rigo successivo potrebbe essere apposta lateralmente o a margine.

Il testamento olografo è valido, fra l’altro, se il contenuto dell’atto con la volontà del testatore non ha subito integrazioni dopo la sottoscrizione.

L’articolo 602 del codice civile stabilisce che il testamento olografo deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto di mano del testatore. La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni. Se anche non è fatta indicando nome e cognome, è tuttavia valida quando designa con certezza la persona del testatore.

Il senso della norma di cui al comma secondo, ovvero la sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni va intesa nel senso che se la firma è posta nel corpo dell’atto, sono valide solo le disposizioni che precedono la sottoscrizione, così come chiarito da giurisprudenza costante.

La chiusura del rigo successivo con una linea, impedisce la contraffazione, mediante integrazioni successive apocrife. E quindi, la sottoscrizione a margine del documento non rende di per sé, impugnabile il testamento per presunta contraffazione.

29 Ottobre 2019 · Rosaria Proietti

Ciò non sembrerebbe in linea con la giurisprudenza in quanto il testatore non potrebbe essere a conoscenza di quanto effettivamente testato.

Bene, prendiamo doverosamente atto della sua opinione.

5 Novembre 2019 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Testamento olografo » Perchè deve essere autografo?
Per far diventare valido un testamento olografo è necessario che lo stesso sia interamente autografo, cioè che sia stato scritto a mano dal testatore. Non è legittimo, quindi, ed olografo un testamento che, sebbene firmato dal testatore, sia stato scritto a mano di altre persone, diverse dallo stesso, anche se autorizzate. Non è altrettanto valido il testamento scritto con mezzi meccanici o elettronici e ciò anche se la dattilografia o la videoscrittura siano state eseguite dal testatore stesso. Il testamento deve essere sottoscritto: ovvero, il testatore, deve apporre la propria firma esattamente alla fine delle sue disposizioni testamentarie. Infatti, se ...

Testamento olografo pubblico - Implicazioni della sottoscrizione dell'atto notarile da parte dei futuri chiamati all'eredità
Gradirei sapere cosa succede quando alla presenza del notaio e dei testimoni, tutti gli aventi diritto firmano per un testamento olografo.Cosa comporta la firma? Una rinuncia ad intraprendere eventuali azioni di riduzione? ...

E' olografo solo il testamento originale - non una sua copia
Qualora non venga prodotto l'originale del testamento, ma una copia di esso, è giustificata la presunzione che il “de cuius” lo abbia revocato distruggendolo deliberatamente. Ne consegue che la parte che intenda ricostruire mediante prove testimoniali, un testamento di cui si assuma la perdita incolpevole per smarrimento o per distruzione, deve fornire la prova dell'esistenza del documento originale al momento dell'apertura della successione. Soltanto nel documento originale possono individuarsi quegli elementi la cui peculiarità o addirittura singolarità consente di risalire, con elevato grado di probabilità, al reale autore della sottoscrizione in relazione alla conosciuta specificità del profilo calligrafico, degli strumenti ...

Dove mi trovo?