Termine ultimo di procedimento extragiudiziale intimato da società di recupero crediti

Ho ricevuto una lettera da una società di recupero crediti avente ad oggetto Termine ultimo di procedimento extragiudiziale: nella lettera si ricorda la fonte del debito, il suo ammontare e c'è proposta a valutare un piano di rientro; in mancanza di riscontro da parte mia dicono che ricorreranno all'autorità giudiziaria.

A scanso di equivoci, il debito in questione è dovuto. Vorrei se possibile un consiglio su come mi convenga procedere.

Nessun consiglio è possibile fornire, dal momento che tutto dipende da quanto lei risulta aggredibile in un'azione esecutiva promossa dal creditore.

In altre parole, se percepisce uno stipendio e vuole evitarne il pignoramento, le conviene concordare un piano di rientro alle condizioni fissate dalla controparte.

Se, invece, è nullatenente, oppure ha soltanto un lavoro pagato in nero, allora può trattare sull'importo del debito residuo da rimborsare e sull'entità della rata mensile del piano di rientro, alle condizioni che riterrà di dettare.

9 aprile 2018 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cambiali ed assegni post datati - nelle mani delle società di recupero crediti nuocciono gravemente alla salute del debitore!
Sono protestata da quasi un anno e mezzo e non sono riuscita ancora a saldare il mio debito. Dopo lettere intimidatorie da parte delle societa recupero crediti, visite di procuratori ed agenti esattoriali, ufficiali giudiziari, sono ancora col dubbio di quanto possa ancora resistere all'avviso di un pignoramento e quanto ...
Debiti e società di recupero crediti – consigli da seguire se si decide di pagare 
Gentile debitore, se proprio ha intenzione di pagare, segua questi consigli: innanzitutto lei deve accertarsi che il soggetto a cui effettua i pagamenti sia legittimato alla riscossione del debito. Occorre dunque che le venga trasmessa copia conforme della documentazione attestante la cessione dei diritti dal creditore originario al soggetto giuridico ...
Come rispondere alle ingiunzioni delle società di recupero crediti
Premesso che è buona norma non intrattenere rapporti telefonici con le società di recupero crediti e con i loro agenti esattoriali, di seguito si illustra come interagire correttamente con chi notifica (raccomandata AR) un'ingiunzione di pagamento, intimandoci di provvedere al saldo del dovuto. Va preparata, in sostanza, una risposta da ...
Recupero crediti » Stop dell'Autorità per la tutela della privacy ai solleciti di pagamento preregistrati
Recupero crediti selvaggio: Altolà parziale dall'Autorità per la tutela della privacy ai solleciti di pagamento preregistrati. Una banca non può effettuare il recupero crediti mediante telefonate preregistrate. Ciò, a meno che non sia in grado di garantire che le sue comunicazioni giungano solo al destinatario o a persone da questi ...
Centrale Rischi » E' illegittima la segnalazione dopo l'accettazione del piano di rientro da parte della banca
E' illegittima la segnalazione alla Centrale Rischi dopo l'accettazione del piano di rientro da parte della banca La segnalazione di una posizione in sofferenza presso la Centrale Rischi, infatti, richiede la valutazione della complessiva situazione finanziaria del cliente, e non può quindi scaturire dal mero ritardo nel pagamento del debito ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca

Forum

Domande