Tempi di pignoramento dello stipendio

In data 9 febbraio ho ricevuto un atto di pignoramento dello stipendio da parte di Equitalia: il mio datore di lavoro ha ben pensato, forse per evitare qualsiasi problema, di procedere immediatamente al decurtamento di un decimo già a partire dallo stipendio di febbraio, erogato il 1 marzo.

E' questa una procedura regolare e legittima? Oppure il datore di lavoro avrebbe dovuto attendere 60 giorni prima di tagliare il mio stipendio per versarlo ai signori di Equitalia?

L'articolo 72 bis del dpr 602/73 che regola il pignoramento esattoriale presso terzi dello stipendio percepito dal debitore inadempiente dice che l'ordine al terzo di pagare il credito direttamente ad Equitalia deve essere adempiuto nel termine di sessanta giorni dalla notifica dell'atto di pignoramento per le somme per le quali il diritto alla percezione sia maturato anteriormente alla data di tale notifica; alle rispettive scadenze, per le restanti somme.

E' evidente che il suo datore di lavoro doveva adempiere al prelievo alla prima scadenza successiva alla notifica del pignoramento, essendo il termine di sessanta giorni riservato esclusivamente al prelievo su eventuali somme arretrate dovute al lavoratore.

Sempre considerato che non si sarebbe comunque potuto ritenere illegittimo un adempimento effettuato al primo giorno utile: al massimo avremmo potuto solo accusare il datore di lavoro di essere stato più realista del re ...

4 marzo 2016 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento dello stipendio - Le nuove norme per crediti di natura esattoriale
La conversione in legge del decreto per la semplificazione degli adempimenti fiscali, contiene importanti novità in tema di pignorabilità di stipendi e pensioni. Il decreto introduce un limite di pignorabilità presso terzi per stipendi, salari o altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego parzialmente derogando, per la ...
Pignoramento esattoriale dello stipendio - E le pensioni?
Per quel che attiene le disposizioni sulla riscossione coattiva delle imposte sul reddito, l'articolo 72 ter del dpr 602/1973 si occupa, in particolare, di limiti di pignorabilità delle retribuzioni percepite da lavoratori dipendenti, debitori inadempienti, quando soggetti ad azione esecutiva avviata da Equitalia. La norma in commento prevede che le ...
Pignoramento dello stipendio o della pensione come consolidamento debiti
Vorrei illustrarvi la mia attuale situazione debitoria alquanto complessa: praticamente ho una cessione del quinto e un prestito delega sullo stipendio.   Poi in virtù di investimenti sbagliati e bisogni economici impellenti ho stipulato vari rid bancari. Di cui tre particolarmente onerosi. Riesco a pagare facendo i cosidetti salti mortali. ...
Pignoramento dello stipendio con cessione e separazione - a volte conviene
Sono un lavoratore dipendente su cui incombono azioni esecutive promosse da Equitalia e da altri creditori. Attualmente percepisco circa 1700 euro netti al mese. Anni fa ho ceduto il quinto dello stipendio per far fronte ad una grave malattia che mi ha colpito all'improvviso (fanno tutte così) e per la ...
Contratti di prestito – cessione del quinto dello stipendio
La cessione del quinto dello stipendio è un prestito non finalizzato all'acquisto di uno specifico bene o servizio ed è disciplinato dalla normativa sul credito al consumo. Il prestito attraverso la cessione del quinto dello stipendio può essere richiesto esclusivamente dal lavoratore dipendente, sia pubblico che privato, il quale ottiene ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca