Telefonia e costi nascosti - Ma i servizi di reperibilità sono a pagamento?

Ho scoperto da poco, dato che mi venivano scalati sempre soldi (non capendo il perché), che in realtà stavo pagando il servizio di reperibilità (detto recall).

Sarebbe lo strumento che ti avverte quando una persona torna disponibile, dato che prima è impegnata in altra conversazione.

Mi sembra assurdo che sia diventato a pagamento, era sempre stato gratuito.

Quanto costa questo servizio?

E' a pagamento per tutti gli operatori?

Con i servizi SMS di reperibilità il cliente è sempre informato su chi lo ha cercato e quando i propri contatti sono nuovamente rintracciabili: questi servizi, però, sono diventati a pagamento per (quasi) tutti gli operatori di telefonia.

Vodafone informa i suoi clienti con i servizi Chiamami e Recall al costo di 12 centesimi di euro al giorno solo in caso di utilizzo per tutti i clienti ricaricabili, mentre per i clienti abbonamento queste opzioni sono incluse nel costo della rata.

Il Servizio Chiamami avvisa il cliente con un SMS quando qualcuno ha provato a chiamarlo, ma il cellulare era spento, non raggiungibile o occupato.

Invece, il Servizio Recall su Spento o non Raggiungibile permette all'utente di ricevere un SMS di avviso quando un numero spento o non raggiungibile è nuovamente disponibile.

Il servizio funziona solo se è attivo sia sulla SIM Vodafone di chi chiama sia su quella di chi riceve la chiamata.

Mentre, con il Servizio Recall su Occupato il cliente può prenotare la richiamata verso un numero Vodafone o Telecom Italia che risulta occupato, mediante l'utilizzo del codice 5.

La durata massima della prenotazione è di 45 minuti.

Ricordiamo che tutti i clienti delle offerte Vodafone Smart, Vodafone Pro, Vodafone One, Vodafone C’All Global e WinBack possono attivare la nuova opzione aggiuntiva Vodafone Plus per completare la propria offerta con servizi accessori inclusi.

Vodafone Plus, al costo di 2 euro al mese, ha incluso SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali, la Segreteria Telefonica, SMS di reperibilità “Chiamami e ReCall” e le chiamate al 414 per verificare il credito.

Con Vodafone Plus il cliente Vodafone risparmierà 29 centesimi di euro per l'invio di ogni SMS; 1,50 euro al giorno ogni volta che usa la Segreteria Telefonica, 12 centesimi di euro al giorno ogni volta che usa il servizio di reperibilità “Chiamami e Recall” e 25 centesimi di euro al minuto ogni volta che consulta il credito residuo da 414 (se utilizza la tariffa Vodafone 25 o C’All 25).

I clienti Vodafone Shake Remix e Vodafone Junior possono attivare la nuova opzione aggiuntiva Vodafone Plus Under 30 a 1 euro al mese con Chat illimitate, Segreteria telefonica, servizio di reperibilità Chiamami e Recall e le chiamate al 414 per conoscere il proprio credito.

Specifichiamo, inoltre, che in qualsiasi momento i clienti Vodafone possono attivare/disattivare tali servizi chiamando il numero gratuito 42070 o tramite Area Personale 190 Fai da te del sito Vodafone.

LoSai e ChiamaOra di Tim è il servizio SMS di reperibilità con cui il cliente sa sempre chi l'ha cercato e quando i propri amici sono nuovamente contattabili.

Per tutti i già clienti Tim ricaricabili il servizio è fruibile a 1,90 euro ogni due mesi con addebito sul credito residuo.

A partire dal 17 Giugno 2018, tutti i clienti Tim ricaricabili che hanno attivato il servizio di reperibilità LoSai e ChiamaOra, subiranno una nuova rimodulazione. In particolare, dal primo rinnovo successivo al 16 Giugno 2018, il servizio si rinnoverà al costo di 1,59 euro al mese anziché 1,90 euro ogni 2 mesi per i clienti ricaricabili.

Il servizio LoSai e ChiamaOra, dedicato ai clienti con abbonamento, ha già cadenza mensile e quindi non subirà alcuna modifica. Il costo del servizio rimane di 48 centesimi di euro al mese solare, con addebito bimestrale di 96 centesimi di euro sulla fattura della linea mobile.

Per i nuovi clienti Tim, richiedendo contestualmente l'attivazione del LoSai e ChiamaOra, il primo mese è gratuito.

Il servizio è attivabile, per i nuovi clienti, presso i Negozi Tim contestualmente all'attivazione di una nuova linea o in caso di portabilità o, per i già clienti Tim, chiamando gratuitamente il numero 40920 (seguendo le istruzioni della voce guida) oppure direttamente online dalla sezione MyTIM Mobile. E' possibile disattivare, in qualsiasi momento, il servizio “Lo Sai e Chiama Ora” direttamente online o chiamando il numero gratuito 40920.

SMS MyWind è un servizio a pagamento, tramite ricezione di sms, che informa l'utente Wind, sulle chiamate perse quando non si è raggiungibili oppure il telefono risulta essere spento o occupato.

Il servizio di reperibilità SMS MyWind invia un SMS per ogni chiamata persa contenente la data, l'ora in cui la chiamata è stata effettuata e il numero di chi ha cercato il consumatore.

Dal 3 Aprile 2018, per i clienti prepagati il costo nominale del servizio SMS My Wind, in riferimento alla Legge 172/2017, è passato da 0,19 euro ogni 7 giorni a 0,83 euro al mese (0,82 euro al mese dopo la riduzione da 8,6% a 8,3%), senza variazione della spesa annuale, qualora non sia già incluso nell'offerta ricaricabile.

Il servizio SMS MyWind è incluso nel piano tariffario base Wind Basic. Quest’ultimo, pre-attivato sulle nuove linee mobili ricaricabili Wind, prevede una tariffa voce a consumo di 29 centesimi di euro al minuto verso tutti i numeri nazionali, senza scatto alla risposta e tariffazione ad effettivi secondi di conversazione. Il costo per ogni SMS inviato è di 29 centesimi di euro verso tutti i numeri nazionali.

Per i Clienti che hanno attivato il Wind Basic fino al 2 Aprile 2018 era previsto, in alcuni casi, un costo mensile di 2,17 euro al mese. Dal 3 Aprile 2018 il nuovo piano tariffario Wind Basic 2018 per le nuove attivazioni non prevede canoni mensili.

E' possibile attivare e disattivare il servizio SMS MyWind chiamando il 403020 o collegandosi all' Area clienti MyWind.

Ti ho cercato è il servizio SMS di Tre che informa l'utente su chi lo ha cercato quando non è disponibile.

Il costo mensile per l'erogazione dell'opzione “Ti ho Cercato” è di 1,50 euro al mese, addebitati alla ricezione del primo SMS di notifica fino alla fine del mese solare.

L'addebito verrà effettuato solo nei mesi di effettiva fruizione dell'opzione.

Il servizio funziona sia in Italia che all'estero. Il costo del servizio “Ti ho cercato” per i clienti con abbonamento verrà addebitato in fattura, mentre per i clienti ricaricabili su credito residuo.

Infine, Iliad, durante la sua conferenza di lancio, ha affermato che i servizi accessori saranno inclusi nella sua offerta di lancio.

Saranno, quindi, inclusi il servizio “Mi richiami”, “Avviso di chiamata” e la segreteria telefonica.

5 giugno 2018 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - telefonia internet social e pay tv

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Antitrust » Avviata un'indagine conoscitiva sui costi del pagobancomat
L'Antitrust (Antitrust o Agcm) ha avviato un'istruttoria sui costi del PagoBancomat. Il servizio Bancomat è finito nel mirino dell'Antitrust. L'agcm, infatti, ha avviato un'istruttoria per verificare se la fissazione della commissione per i pagamenti con PagoBancomat, definita dal Consorzio Bancomat, costituisce un'intesa restrittiva della concorrenza tale da limitare la competizione ...
Contratti a distanza » Nuove disposizioni per penali e costi di disattivazione
Da giugno 2014 cambieranno molte disposizioni riguardo alla normativa di applicazione sui contratti a distanza. Novità su penali, costi di disattivazione, diritto di recesso e molto altro. Vi aggiorniamo sulle principali novità in materia di contratti a distanza contenute in un decreto del Consiglio dei Ministri e che saranno operative ...
Effetti dell'inadempimento del fornitore di beni e servizi sul contratto di credito collegato - Sussistono anche se acquirente e debitore sono soggetti diversi
La concessione di un finanziamento per la fornitura di un bene o di un servizio individuati esplicitamente nel contratto di credito, attuata attraverso il pagamento diretto del fornitore da parte del creditore, dà vita ad un collegamento negoziale tra il contratto di credito e quello di fornitura, a nulla rilevando ...
Pratiche scorrette telefonia » Aumentano le sanzioni agli operatori ma il numero dei contenziosi cresce ancora: il punto sulla situazione
Pratiche scorrette da parte degli operatori di telefonia: 15.000 procedure di conciliazione paritetica per problemi di telefonia nel solo 2016, per tutto il 2017 se ne prevedono 18000, si tratta dei contenziosi tra utenti e società operatrici, in crescita costante dal 2010 ad oggi. Pratiche scorrette da parte degli operatori ...
Tassa di concessione governativa per il contratto di abbonamento fra utente di apparato terminale e fornitore di servizi di telefonia mobile
La tassa di concessione governativa non si applica alle apparecchiature terminali per il servizio radiomobile terrestre, bensì ai contratti di abbonamento sottoscritti per l'uso di tali apparecchiature: ne consegue che una siffatta imposizione non interferisce con la vendita di dette apparecchiature terminali, che possono essere vendute senza obbligo di sottoscrivere ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca