Tassa rifiuti solidi urbani

Mia madre é proprietaria di una seconda casa al mare a in un paese in provincia di Viterbo fin dal 1970. Fino all'anno scorso era lei che si occupava di tutto quanto c'era da pagare inteso come tasse.

Purtroppo ora a seguito di una malattia non è più in grado di farlo. Per fortuna mia madre è molto ordinata, abbiamo, io è mio fratello, trovato una grande cartella con tutte le carte riferite a quella casa trovando ricevute di condono edilizio, ex ICI, IMU, 730, Enel, Telecom, ma non una traccia della tassa rifiuti urbani o cartelle di pagamento o richiesta da parte del comune di arretrati ecc.

Facendo domande alla mamma per quel poco che siamo riusciti a capire a detto che il comune non ha mai scritto.

La mia domanda è la seguente: ci conviene autodenunciarsi? Quanti anni ci faranno pagare? Quella casa produce rifiuti per soli 20 giorni l'anno.
Vi ringrazio per l'attenzione che spero volete darci.

La pretesa conseguente a omessa dichiarazione TARI (Tassa Ambientale RIfiuti) o TARSU (Tassa Ambientale Rifiuti Solidi Urbani), accertata definitivamente nel 2015 deve essere notificata al debitore con atto esecutivo entro il 31 dicembre del 2015, e potrà riguardare oneri dovuti dal 2015 al 2020.

Se l'accertamento avvenisse nel 2016, l'atto esecutivo dovrà essere notificato entro il 31 dicembre 2016 e la pretesa potrà includere esclusivamente gli anni dal 2016 al 2021.

Si tratta in pratica di sei anni: quello contestuale all'accertamento e i precedenti cinque.

Sebbene gravata da interessi e sanzioni, la pretesa tributaria dovrà necessariamente essere riferita alla tariffa per non residenti (immobile a disposizione con riduzione del 50%).

Inoltre, con l'acquiescenza (pagamento del dovuto nei termini indicati dall'atto di accertamento) si ottiene un rilevante sconto sulle sanzioni (riduzione ad 1/3).

A voi valutare la convenienza di autodenunciarsi e cominciare a pagare dal 2015.

29 giugno 2015 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

TARSU TARI TIA - prescrizione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Tassa comunale sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani - Pillole
La tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani è dovuta da chi, a qualsiasi titolo, occupa o conduce locali, a qualunque uso adibiti, esistenti nel territorio comunale. Per le famiglie la Tariffa Rifiuti (TA.RI.) viene calcolata in base ai metri quadrati dell'immobile compresi box/posto auto, cantine, soffitte, escluse le aree ...
Tassa rifiuti » Sconti e agevolazioni: la guida per il contribuente
In quali casi è possibile ottenere sconti o agevolazioni in merito all'onere del pagamento della tassa rifiuti tari? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo. In alcuni casi particolari, è possibile chiedere uno sconto dell'80% sulla Tari (tassa rifiuti). Infatti, se il servizio di raccolta della spazzatura non funziona adeguatamente o viene sospeso ...
Sgravio parziale o esenzione della tassa rifiuti » L'istanza va presentata ogni anno
Il contribuente, per poter ottenere lo sgravio parziale della tassa sui rifiuti (Tarsu), deve presentare l'istanza di riduzione al comune ogni anno, anzichè una sola volta. L'istanza per lo sgravio parziale della Tarsu va presentata annualmente. In mancanza, sono legittimi gli avvisi di accertamento del Comune al contribuente che ha ...
Decadenza notifica cartella esattoriale per imposte sul reddito e per tasse comunali relative allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani
Il concessionario notifica la cartella di pagamento, entro l'ultimo giorno del quarto mese successivo a quello di consegna del ruolo, al debitore iscritto a ruolo o al coobbligato nei confronti dei quali procede, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre: del terzo anno successivo a quello di presentazione della ...
Morosità bollette telefoniche - come funziona
L'Antitrust aveva avviato una istruttoria per verificare se il comportamento di Telecom di subordinare l'attivazione della linea telefonica al pagamento delle morosità accumulate da terzi su quell'utenza, potesse costituire un abuso di posizione dominante o precludesse l'accesso ai servizi di telefonia ai clienti, penalizzando gli altri operatori. L'istruttoria è stata ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca