TARI – Sanzioni per omesso o insufficiente versamento

Ho ricevuto un “Avviso di accertamento TARI ed erogazione contestuale delle sanzioni” per omessa denuncia TARI. Premetto che non rilevo alcun errore di calcolo e nessuna incoerenza coi dati catastali e del nucleo familiare per l’attribuzione del Maggior Tributo Dovuto. La sanzione da applicare è stata quantificata nella misura del 200% del tributo come disposto dall’art. 12 del decreto legislativo 473/97. Esso prevede nel caso specifico “la sanzione amministrativa dal 100 al 200% della tassa dovuta…” Il fatto sussiste e non c’è giustificazione se non negligenza e superficialità da parte dello scrivente: la legge non ammette ignoranza.

Al contempo c’è da parte mia buona fede, provenendo da un comune che procedeva all’emissione di notifica di pagamento previa denuncia di occupazione, e non intenzionalità nell’arrecare danno alle casse comunali. Dimostrando piena intenzione ad onorare il debito, è possibile (e come) argomentare una mediazione a sostegno di un ricalcolo della sanzione con un coefficiente minimo (100%), o comunque un valore più basso del massimo previsto per assenza di precedenti? Mi conviene procedere per esercizio di autotutela o per ricorso tributario?

Per quanto riguarda le sanzioni sulla TARI (TAriffa RIfiuti) omessa, o versata in misura insufficiente, o per mancata denuncia di inizio occupazione,si applicano le disposizioni previste dall’articolo 12 del decreto legislativo 473/1997 riguardanti, in particolare, le sanzioni applicate per i tributi locali,

Qualunque sia la sanzione nominale applicata, essa viene ridotta ad un quarto (al 25%) se, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie (di solito 60 giorni), interviene adesione del contribuente con il pagamento della tassa, e della sanzione.

26 Novembre 2019 · Carla Benvenuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Omessa dichiarazione e omesso versamento tari 2016 - Cosa rischio? Possibile regolarizzare la posizione con ravvedimento operoso?
Non ho presentato la dichiarazione Tari nè pagato l'imposta dal 2016: a cosa vado incontro ed è possibile regolarizzare e a quali condizioni? ...

Avvisi di accertamento per TAssa RIfiuti (TARI) anni precedenti e sanzioni
Ho ricevuto degli accertamenti per la Tari che, per una serie di fraintendimenti sul contratto di locazione (sono conduttore dal 2013), non ho mai pagato. Mia colpa, davvero nella ingenua convinzione ci pensasse il proprietario. Considerate che non sapevo nemmeno di dovere fare denuncia di occupazione dell'immobile (per farvi capire quanto fossi inesperto. Nessuno mi disse niente, e quindi andò così). Insomma: omessa dichiarazione di occupazione, a me non sono mai arrivati altri avvisi né solleciti, e ora mi arrivano in blocco dal 2013 al 2017 con multe annesse. Vorrei capire, non c'è nessun modo di fare annullare le multe? ...

Quota variabile TARI in eccesso? - Ecco come chiedere il rimborso
Calcolando gli importi della Tari, versati negli anni addietro, mi sono accorto che, per ogni anno, mi è stata applicata la quota variabile sulle pertinenze, che invece andava onorata una sola volta. Vorrei richiedere ora il rimborso al Comune. Come devo fare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic TARI – Sanzioni per omesso o insufficiente versamento