Svuotamento conto corrente - ulteriori chiarimenti

Se decidessi di dare una grossa somma di denaro, per proteggerlo, ad una persona fidata, ma estranea alla famiglia, questa rischierebbe accertamenti di qualche sorta da parte di eventuali creditori? E, quali sono i rischi di aprire un conto e depositare in un sol colpo una cifra elevata?

Come le è stato spiegato nel corso della precedente discussione, poiché necessariamente il trasferimento di denaro deve essere tracciato (assegno, bonifico od altro), i creditori potrebbero chiedere al giudice la revoca di quella che si configurerebbe come una donazione, e, nel caso specifico, come un atto dispositivo del debitore finalizzato esclusivamente a sottrarre ai suoi creditori il rimborso loro dovuto.

In pratica, il donatario (il terzo che ha ricevuto la donazione) sarebbe costretto a consegnare ai creditori del donante la somma ricevuta.

Nemmeno il donatario potrebbe eccepire che il trasferimento è dovuto ad una causale diversa dalla donazione: in tal caso, infatti, il donatario potrebbe vedersi contestato l'accertamento di evasione fiscale.

13 dicembre 2016 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

Agenzia delle entrate
avviso di accertamento
donazione
revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Conto corrente cointestato a firma disgiunta - Consentire lo svuotamento del conto da parte di uno dei cointestatari può costare caro alla banca
In tema di responsabilità della banca rispetto alla abusiva gestione, da parte di uno dei cointestatari a danno dell'altro, di un conto corrente cointestato a firma disgiunta, l'ABF ha attribuito rilievo, ai fini dell'obbigo di restituzione imposto alla banca delle somme prelevate, alla circostanza che il prelievo da un conto ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta - Bilanciamento fra esigenze di operatività e di tutela dei cointestatari
L'articolo 1854 del codice civile stabilisce che, nel caso in cui il conto corrente sia intestato a più persone, con facoltà per le medesime di compiere operazioni anche separatamente, gli intestatari sono considerati creditori o debitori in solido dei saldi del conto corrente. L'articolo 1292 del codice civile, nel dettare ...
Conto corrente » E' meglio averlo cointestato o separato?
Quando tra due conviventi o coniugi vi è pieno accordo e massima fiducia, potrebbe sembrar quasi ovvio avere un conto corrente bancario cointestato permettendo ad entrambi di poter fare versamenti e soprattutto, prelevamenti con la massima libertà, attingendo all'intero deposito congiunto. Bisogna però essere ben coscienti dei rischi che si ...
Pignoramento del conto corrente condominiale » Approfondimenti
Pignoramento del conto corrente condominiale: scopriamo quali sono i ruoli dell'amministratore, le responsabilità dei condomini e come funziona l'azione esecutiva in caso di morosità. La riforma del condominio ha imposto la gestione trasparente del conto corrente condominiale obbligando l'amministratore ad aprire ed utilizzare il conto corrente condominiale, e consentendo ai ...
Cattivi pagatori ed apertura conto corrente
Le segnalazioni nelle SIC per i cattivi pagatori non sono ostative all'ottenimento di un conto corrente, tuttavia alcune banche - nell'ottica di selezionare la clientela - potrebbero farLe delle storie e rifiutarsi di aprirLe un conto corrente. Facendo un pò di questua fra un pò di istituti, vedrà che alla ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca